Inter, per la panchina ora spunta anche Spalletti. Suning pronta a spese folli per Verratti

Premium – Inter, per la panchina ora spunta anche Spalletti. Suning pronta a spese folli per Verratti

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Inter in attesa di scoprire il proprio percorso per il 2017/2018. A Premium Calcio hanno cercato di prevederlo, analizzando la situazione dell’Inter e i possibili scenari futuri per la prossima stagione.

IL FUTURO DI PIOLI DIPENDE DA CONTE, SPALLETTI SI “OFFRE”

Inter che attualmente vive nell’incertezza sul futuro del proprio progetto tecnico. L’addio definitivo alla Champions e le evidenti pecche emerse nei match decisivi, hanno gettato cupe ombre su Stefano Pioli. Il destino della panchina nerazzurra ora è legato a Conte. Se l’ex CT azzurro sarà accontentato dal Chelsea, resterà a Londra e rinnoverà.

Al momento i nerazzurri non hanno un piano b concreto in caso di rifiuto. Anche se le tra le auto-candidature emerse nei giorni scorsi c’è stata quella di Luciano Spalletti. L’ex tecnico dello Zenit sembra ormai al capolinea della sua seconda avventura romanista e, nonostante le polemiche continue degli ultimi anni, non disdegnerebbe un approdo sulla panchina nerazzurra.

Tuttavia, se Conte restasse a Londra, Pioli resterebbe con ogni probabilità l’allenatore dell’Inter. Questa è la linea portata avanti da Ausilio e Steven Zhang. Anche se a decidere sarà ovviamente Jindong Zhang,  il proprietario nerazzurro.

I PREZZI FOLLI DEL MERCATO NON SPAVENTANO SUNING

Nei giorni scorsi proprio il leader di Suning in persona ha incontrato in Cina il ds nerazzurro. Si è parlato di investimenti importanti su giovani che sono già abituati al grande calcio, come Verratti. Il nazionale azzurro è l’obiettivo numero uno per ridare lustro e prestigio ai colori dell’Inter. Zhang nell’incontro ha voluto chiarire che i costi elevati non spaventano Suning, ma tutto dipende dal PSG. La società non ha paura di spendere 80-100 milioni per il centrocampista. Starà ai parigini però l’ultima parola sulla eventuale cessione.

Oltre al regista pescarese, c’è il progetto per Bernardeschi. Tuttavia, nonostante le voci che danno l’operazione come già fatta, non è una trattativa semplice. La Fiorentina non vuole privarsi del suo gioiello e la concorrenza è ampia. Berardi è l’alternativa, leggermente più economica e fattibile. Ma se Perisic venisse ceduto, l’Inter potrebbe tentare il doppio colpo con la consapevolezza che per Candreva è ancora valida l’offerta del Chelsea, che ci aveva già provato a gennaio.

ARIA DI RINNOVAMENTO ANCHE IN DIFESA E ATTACCO

Inter alla ricerca di rinforzi non solo per il centrocampo. Sul taccuino di Ausilio sono finiti infatti diversi altri nomi, tutti in linea con la nuova politica della società. giovani dalle grandi potenzialità. Per la retroguardia, come gradimento tecnico, al momento De Vrij avrebbe superato Manolas, anche se molto dipenderà da chi siederà sulla panchina a inizio stagione.

In grande ascesa anche le quotazioni di Conti, Petagna e Bastoni, giovani che con l’Atalanta stanno facendo vedere grandi cose. Con i bergamaschi si potrebbe aprire qualcosa di simile a una partnership dopo l’operazione Gagliardini.

Diverso invece il discorso per Schick. Probabile un altro anno a Genova per il talento ceco, considerato che partirà sicuramente Muriel. Tuttavia non è escluso che l’Inter provi a farsi avanti comunque, magari offrendo qualche contropartita tecnica.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy