Inter, la forza dei giocatori nati negli anni 90, da Kondo a Pinamonti

GdS – Inter, la forza degli anni ’90: il presente e il futuro nerazzurro


Inter anni 90 – Stefano Pioli può scorrere la sua rosa e capire che esiste uno zoccolo duro nell’Inter. Quello dei ragazzi nati negli anni 90. Giovani e ribelli che rappresentano presente e futuro dei nerazzurri.

Da Kondogbia a Gagliardini, Inter anni 90

La Gazzetta dello Sport scrive che la forza dell’Inter sta nel presente e nel futuro. Con una rosa di giocatori nati negli anni 90 che ancora non sono nel pieno della maturità calcistica, che arriva di solito intorno ai trent’anni. Ma che rappresentano una base solida per il domani.

Si parte con l’anno di nascita 1992 per Murillo e Brozovic. Icardi, Kondogbia e Joao Mario sono del 1993, Gagliardini del 1994, Gabigol del 1996 e Pinamonti del 1999. In pratica tre titolari, tre alternative e due attaccanti giovanissimi e da svezzare. Ma non è tutto. Il buon lavoro della Primavera ha fatto in modo che in prestito l’Inter abbia giocatori interessanti come Dimarco (1997) a Empoli, Miangue (1997) a Cagliari, Gnoukouri (1996), Caprari (1993), Manaj (1997), Longo (1992) e Puscas (1996). Con altri potenziali crac nell’attuale rosa. Come il centrale Vanheusden e il portiere Radu, classe 1997, pronto da aggregare alla prima squadra una volta risolti i problemi con la spalla.

Nell’Inter di adesso solo Perisic (1989), Candreva (1987), Eder (1986), Banega (1988) e Palacio (1982), sono i giocatori del reparto offensivo che potrebbero ritrovarsi più giovani l’anno prossimo. Con Palacio che lascerà il club in estate e Banega possibile cessione con Brozovic per il fair play finanziario.

Nell’ottica giovani va quindi monitorato l’interesse per Berardi e Bernardeschi, entrambi 1994. Verratti (1992) e James Rodriguez del ’91. Oltre al capitolo difensori che tra ’91 e ’92 comprende De Vrij, Manolas, Vrsaljko e Rodriguez. Fino a spingersi al 1999 per Bastoni e Melegoni dell’Atalanta.

Sarà proprio la freschezza e la beata gioventù a far da base per la nuova Inter di Suning. Un pieno di Under 27 che per il prossimo triennio devono colmare il gap con la Juventus.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl