Mihajlovic Torino Inter: "Loro sono un treno in corsa, dobbiamo fermarlo"

Mihajlovic prima di Torino-Inter: “Loro sono un treno in corsa, dobbiamo fermarlo”


Torino-Inter è una gara con tanti ex, come D’Ambrosio. Tra questi, tra i granata figura Sinisa MIhajlovic, che ha giocato 2 anni in nerazzurro. Il serbo, ora tecnico granata, ha parlato nella conferenza stampa prima del match. Secondo Mihajlovic Torino Inter sarà una sfida difficile.

MIHAJLOVIC TORINO INTER: “LORO HANNO QUALITA'” 

Queste le parole del serbo in conferenza stampa. “Stiamo affrontando un ciclo importante, ora l’Inter. Speriamo di regalare un sorriso e un’impresa ai tifosi. Loro hanno una rosa per il terzo posto. Hanno tutto: qualità, fisico, talento. Pioli ha saputo sfruttare un calendario semplice e la squadra ha ritrovato equilibrio, gioco e fiducia. Possono arrivare al terzo posto, sono un treno in corsa, sta a noi provare a fermarlo. In casa siamo un altro Torino, ma l’Inter è quella più in forma. 

Non cambio modulo. Il 4-2-3-1 lascia spazio all’Inter sulle fasce, restiamo col 4-3-3. Ci sarà Molinaro, che non gioca da 25 partite. Ci sarà qualche cambio di uomini. Noi in casa giochiamo in modo diverso, siamo più coraggiosi. Conosciamo pregi e difetti dell’Inter, sarà una gara da giocare a viso aperto. Dobbiamo essere cattivi, se facciamo bene le due fasi possiamo fare bene.”

“MAZI LOPEZ E’ IN FORMA. BELOTTI MIGLIOR ATTACCANTE ITALIANO”

Maxi Lopez sta tornando in forma, ha anche segnato. Peccato non averlo avuto per gran parte della stagione, può essere una soluzione in corso. Iturbe e Ljajic stanno bene, possono fare la differenza. Rispetto a centrocampo e difesa, possono fare la differenza, sono sempre stati tutti a disposizione. Belotti ha fatto 22 gol, ma gli altri giocano in squadre più forti. Noi abbiamo il quinto attacco della Serie A, abbiamo una mentalità offensiva.

Belotti può diventare il capocannoniere, è il più forte attaccante italiano in Serie A, può diventare un top a livello europeo. Non cambio Belotti con Icardi, chi cambierebbe un suo giocatore? La risposta è scontata, anche se Icardi è un grande calciatore. Andrea è l’ideale per noi, come Mauro lo è per l’Inter. Al massimo, sarebbe bello avere entrambil”

Copyright © 2015 Cierre Media Srl