CdS - L'importanza di chiamarsi Medel: il Pitbull pedina fondamentale

CdS – L’importanza di chiamarsi Medel: il Pitbull pedina fondamentale


Il Corriere dello Sport tratta un reale profilo di che cosa è Medel per l’Inter: imprescindibile.

L’IMPORTANZA DI MEDEL 

Che sulla panchina nerazzurra ci siano Mazzarri, Mancini, de BoerPioli, il cileno rimane l’unica certezza.
Nessuno se ne può e se ne  vuole privare. Un giocatore votato al sacrificio, con grinta, abnegazione, fiato e intelligenza tattica, che antepone gli interessi della squadra ai suoi, non si trova tutti i giorni.
E Medel è sicuramente quel tipo di giocatore, il ruolo non conta, la posizione tanto meno, lui c’è sempre e tanto basta.

IL RINNOVO SI AVVICINA

Una considerazione così non può che portare ad un rinnovo senza intoppi. Infatti la volontà di entrambe le parti è chiara ed il prolungamento fino al 2020 con adeguamento salariale, sembra a portata di mano.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl