Hapoel Inter, i calcoli per la qualificazione nerazzurra

Hapoel Inter, tra vittoria e rischio biscotto


Hapoel Inter, quando una vittoria potrebbe non servire a nulla, o quasi. Infatti tanto del cammino dei nerazzurri dipenderà dalla sfida tra Sparta Praga e Southampton, che con un “biscotto” potrebbe sancire la fine dell’avventura dell’Inter in Europa.

Hapoel Inter, tra defezioni e biscotti

Hapoel Inter è la sfida per la quinta giornata di Europa League ma, scrive il Corriere dello Sport, che molto banega sparta praga interdipenderà dalla contemporanea sfida tra Sparta Praga e Southampton.

Gli italiani sono sempre scottati dai “biscotti”, con l’episodio tra Svezia e Danimarca di Euro 2004 quando un 2-2 avrebbe matematicamente promosso entrambe le nazionali e che tale punteggio magicamente si materializzò.

Rispetto a 12 anni fa i calcoli con due turni di competizione sono più difficili, ma un pari tra inglesi e cechi potrebbe condannare l’Inter.

La classifica vedrebbe infatti lo Sparta Praga matematicamente promosso al turno successivo, mentre il Southampton andrebbe a +2 sull’Inter e affronterebbe poi in casa l’Hapoel ormai eliminato.

Così oggi la missione interista è su due campi, vincere e attendere buone notizie da Praga.

Ma non è tutto, anche in caso di biscotto all’Inter resterebbe una minima speranza di qualificazione. Con pari inglese all’ultima giornata con l’Hapoel e vittoria nerazzurra con lo Spartal la squadra di Pioli e quella di Puel andrebbero pari a 9 punti, con gli stessi punti negli scontri diretti, la stessa differenza reti, ma a favore di Icardi e soci ci sarebbe il gol fatto in Inghilterra proprio dall’argentino.

Senza biscotto l’ideale sarebbe che il Southampton sbanchi Praga, che a quel punto sarebbero matematicamente promossi e lascerebbero all’Inter la qualificazione contro lo Sparta, ma solo vincendo 2-0 o con due reti di scarto.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy