Repesa, de Boer e la Garra perduta

Repesa, de Boer e la Garra perduta


Il momento di crisi nerazzurra deboeriana era superabile, dopotutto. Un tecnico nuovo, catapultato in una realtà che non gli apparteneva, non sua, così lontana dalla concezione di campo e campionato olandese al quale era abituato, l’intoppo sul cammino era dietro l’angolo. Certo, nessuno forse si aspettava un inizio così disastroso, un addio annunciato e prolungato solamente dalla vittoria sulla Juventus prima e sul Torino poi, perchè le voci sull’esonero circolavano già dopo la prima giornata, quando l’Inter usciva malamente battuta per 2-0 sul campo del Chievo, non certo il Barcellona.

deboerSe si vuole muovere una critica al tecnico olandese, è forse mancanza di grinta, almeno apparentemente. L’ambiente nerazzurro ha da sempre bisogno di un motivatore prima che di un allenatore, perchè se una squadra viene definita ‘pazza’, significa che sarà spesso soggetta a sbalzi d’umore, gestibili solamente da un hombre vertical. Uno alla Mourinho, alla Mihajlovic, alla Simeone, che se in campo vai e non ci metti impegno non ti riserverà parole dolci, nè in spogliatoio nè in allenamento. Un po’ di garra, soltanto un po’ di gara, niente tatticismi, pressing alto o isterie da ultimo passaggio. 

Il ritratto di quello che è successo a Milano, sponda cestistica però, dove coach Jasmin Repesa si è sfogato dopo il match vinto in rimonta dall’Olimpia sul Torino. Uno slavo dello stampo di quelli che non mollano mai Jasmin, di quelli che ti coprono di elogi se dai l’anima, ma che non esitano a riempirti di rimproveri qualora tu sia ‘molle’.

Abbiamo faticato tantissimo” dice. “La verità è che molti di questi giocatori non hanno voglia di piegare le gambe e pensano alle stats personali, sono egoisti. Le mie squadre hanno sempre avuto un’eccellente difesa, ma questa no, e il mio nome vicino non ce lo voglio mettere. Dover parlare di indolenza per giocatori coperti d’oro è vergognoso, se qualcuno di questi trova squadra può andare via da domani, ma ne dubito che ci riescano. Domani doppio allenamento, o piegano le gambe o sono out. Sto anche pensando a sospensioni individuali, sono tutti a rischio“.

Che sarebbe successo, se queste parole fossero state pronunciate da de Boer? non possiamo saperlo, anche se una scossa del genere pareva essere la miglior medicina al ‘mal di campo’ nerazzurro.

Chi Siamo

Spazio Inter è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla FC Inter 1908, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per il San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Editore: Cierre Media SRLS - P.IVA: 07984301213

Direttore editoriale "SpazioInter.it": Antonio Caianiello

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da Fc Inter 1908

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Facebook

Copyright © 2015 Cierre Media Srl