GdS - Il casting infinito: in tre per un posto, ma occhio al colpo di scena

GdS – Il casting infinito: in tre per un posto, ma occhio al colpo di scena


Il clima in casa Inter è quasi surreale. Una confusione del genere in casa nerazzurra non s’era mai vista. Tre nomi in lizza: Pioli e Marcelino con Zola outsider a sorpresa.

Tanti nomi per una sola panchina: così Suning ha avviato un vero e proprio casting ascoltando e ricevendo numerosi allenatori. Dalle chiamate a Hiddink, Guidolin e Vitor Pereira ai colloqui con i tre sopracitati. La descrizione di un caos che non vuole delinearsi, diventando un rebus indecifrabile.pioli_2015

In mezzo al casting (occhio alla dipartita di Bolingbroke), l’Inter affronterà il Crotone per scacciare la crisi e ripartire. Serve una vittoria per  ripartire, mentre Suning decide chi ascoltare: Ausilio-Gardini che spingono per Pioli o Joorabchian che sponsorizza Marcelino? Ma la situazione è paradossale, come afferma la Gazzetta dello Sport. Infatti, può una società importante come l’Inter fare un casting pubblico per la scelta dell’allenatore, affidando la squadra per una settimana all’allenatore della Primavera? Ovviamente è stata una scelta errata, sintomo di una società che non è ancora entrata nei meccanismi del calcio. Si aspettano novità, non escludendo clamorosi colpi di scena.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy