La Leggenda di Suarez, il faro iberico

La Leggenda di Suarez, il faro iberico


Luis Suarez, per tutti Luisito, è stato uno dei grandi della storia nerazzurra, protagonista della Grande Inter di Helenio Herrera e Angelo Moratti negli anni ’60. Nato all’ombra della Torre di Ercole a La Coruna, Luis decide da subito che il calcio sarebbe stato il ‘suo’ sport.

luisito suarezAll’età di 15 anni, legge sul giornale locale che il Deportivo era alla ricerca di giovani calciatori, così decide di non farsi scappare l’occasione. Dalle giovanili alla prima squadra, dato il talento, il passo è breve, e la stagione del 1952 lo fa finire sui taccuini del Barcellona, che decide di portarselo in Catalunya. La leggenda vuole che Plattko, allora tecnico blaugrana, vista la gracile struttura fisica di Suarez, avesse fatto installare una punching-ball nel centro allenamenti del Barca, per potenziare il giovane.Ma la vera potenza di Luisito stava nei piedi e nella testa.

Al Barca si toglie ogni tipo di soddisfazione, vincendo 2 campionati, 2 coppe del Re, due coppe delle Fiere ed un Pallone d’oro, unico nato in Spagna nella storia ad essere insignito di questo riconoscimento, interrompendo l’egemonia della ‘saeta rubia’ Di Stefano, leggenda del Real Madrid, che conia per Suarez il soprannome ‘l’architetto’.

Nel 1958 approda a Barcellona Helenio Herrera, che deciderà di portarsi l’amato Luisito nella sua esperienza in nerazzurro 3 anni più tardi, per l’allora cifra astronomica di 250 milioni di lire. Il galiziano diventa punto di riferimento della Beneamata, acuto e regista e fine incursore. Celebre la sua frase nel sottopassaggio prima di Inter- Real Madrid del 1964, finale di Coppa dei Campioni che vide i nerazzurri sollevare il primo trofeo internazionale. Notando l’eccessiva ammirazione dei propri compagni al cospetto delle leggende madridiste, disse: “Siamo qui per batterli, non per chiedere loro un autografo“. E così fu, profetico.

Nel 1970 passa alla Sampdoria, dove fa ancora vedere lampi di grande talento, tanto da guadagnarsi una convocazione in nazionale alla veneranda età di 37 anni. Questo era Luis, capace di trattare il pallone come pochi altri nella storia.

 

Fonte: Inter.it e Mondofutbol.com

Chi Siamo

Spazio Inter è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla FC Inter 1908, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per il San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Editore: Cierre Media SRLS - P.IVA: 07984301213

Direttore editoriale "SpazioInter.it": Antonio Caianiello

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da Fc Inter 1908

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Facebook

Copyright © 2015 Cierre Media Srl