GdS - Zamorano: "De Boer mi piace, adesso ci sono delle giuste basi. Il Meazza è uno stadio unico ma difficile, su Icardi..."

GdS – Zamorano: “De Boer mi piace, adesso ci sono delle giuste basi. Il Meazza è uno stadio unico ma difficile, su Icardi…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’ex giocatore nerazzurro Ivan Zamorano è stato intervistato per l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport e alla rosea parla di Inter e non solo: “Terzo posto? L’Inter deve puntare allo scudetto. La Giuve è forte ma non imbattibile, mentre Napoli e Roma non mi preoccupano”. 

Zamorano-7

Zamorano, vent’anni fa proprio al Cagliari lei segnò la sua prima rete in nerazzurro.
“Un segno del destino. Ma battere la squadra di Rastelli non sarà facile. Anche perché Isla nell’ultimo mese è cresciuto tantissimo. L’Inter deve trovare quella continuità decisiva per stare ai vertici. Non è facile quando cambi così spesso progetto tecnico, ma ora credo che ci sia la giusta stabilità societaria. E De Boer mi piace”.

Eppure la squadra è andata in svantaggio 8 volte su 9 e a San Siro fatica.
“Era così anche ai miei tempi. Stadio unico, ma quando senti i mormorii di disappunto dei tifosi non tutti i giocatori hanno la personalità per reagire nel modo giusto”.

A proposito di Argentina, come mai Icardi non viene mai convocato?
“Credo sia una questione più personale che calcistica. Farebbe molto comodo a questa squadra. Mauro è cresciuto come uomo, ancor prima che calciatore. Contro la Giuve si è battuto come uno… Zamorano”.

Lei era uno che dava l’anima ma amava anche divertirsi. Ha un messaggio per Brozovic?
“Nessuno è contento quando non gioca, ma puoi arrabbiarti solo se hai la coscienza pulita. Se ogni tanto esci a divertirti, ci sta, ma il giorno dopo in allenamento devi comunque mettercela tutta”.

Zamorano Moratti

Moratti servirebbe ancora a questa Inter?
“Nel ‘96 mi volevano anche Bayern Monaco, Juve e Atletico, ma appena conobbi Moratti capii che Milano era il posto giusto. Lui per me è l’Inter, anche se la proprietà asiatica ha messo comunque un interista vero come Zanetti”.

Il capitano del Triplete. La Juve può vincere la Champions?
“Sì, ma la vedo un gradino sotto a Barça, Real e Bayern. Al livello di City e Atletico. Squadra gestita alla grande da Simeone. Uno che prima o poi voglio vedere sulla panchina dell’Inter”. 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy