GdS - Col Lugano primo acuto di Gabigol con l'Inter e si rivede Andreolli

GdS – Col Lugano primo acuto di Gabigol con l’Inter e si rivede Andreolli

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Due piacevoli soprese nell’Inter che ieri alla Pinetina ha superato il test contro il Lugano, il gol decisivo nell’1-0 è stato firmato da Gabigol su rigore e in difesa si è rivisto Marco Andreolli dopo il lungo infortunio al tendine d’Achille.

Ottantacinque minuti giocati, un gol di sinistro e qualche buona giocata: questa la partita di Gabriel Barbosa descritta da La Gazzetta dello Sport, un giocatore che cerca il graduale inserimento nella Serie A, con un inizio in un 4-3-3 con tridente formato dal brasiliano, da Palacio e da Biabiany.

Gara decisa dopo 19 minuti e con timbro sudamericano: fallo su Palacio in area, rigore e gol di Gabigol, in una Inter che ha visto Carrizo tra i pali, Yao, Ranocchia, D’Ambrosio e Santon titolari in difesa, Kondogbia, Melo e Gnoukouri a supporto degli attaccanti.Inter Milan's Marco Andreolli controls the ball during the Serie A soccer match between Inter Milan and Genoa at the San Siro stadium in Milan, Italy, Sunday, Jan. 11, 2015. (AP Photo/Antonio Calanni)

Al minuto 17 del secondo tempo riprende la favola nerazzurra di Andreolli. Un’avventura che ha sempre visto la sfortuna mettersi contro il centrale nerazzurro che oggi ringrazia Zanetti per i consigli, visto che i due hanno avuto lo stesso brutto infortunio e dopo tanti mesi verrà pian piano riproposto nella Primavera sperando poi di diventare la prima alternativa difensiva al duo Miranda Murillo.

L’unico giocatore che alla Pinetina non ha partecipato al test è Cristian Ansaldi, per lui dopo due gare giocate prosegue il trattamento personalizzato per farlo riprendere dallo stop di inizio stagione.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy