Sei qui: Home » News Inter » Recoba: ”Che emozione tornare alla Pinetina! L’Inter è la mia seconda casa. Su de Boer…”

Recoba: ”Che emozione tornare alla Pinetina! L’Inter è la mia seconda casa. Su de Boer…”

Un pomeriggio di ricordi quello trascorso ieri alla Pinetina. A far visita al quartier generale nerazzurro e’ apparso Alvaro Recoba, un giocatore tra i piu’ estrosi che l’Inter abbia mai avuto e dal quale l’ex presidente Massimo Moratti e’ rimasto abbagliato fin dal primo giorno. Ai microfoni di Inter Channel l’indimenticato Chino ha parlato dell’Inter attuale e degli anni trascorsi da quella che lui stesso ha definito una seconda casa: “Sono in Italia da qualche giorno e l’altro ieri ho visto la gara contro il Chievo. Penso che il cambio di allenatore abbia influito sul risultato, non perche’ de Boer abbia responsabilita’ ma perche’ ci vuole del tempo prima che le sue idee vengano assimilate. Comunque la rosa e’ composta da ottimi giocatori e credo che vedremo un Inter migliore prestissimo”.

Alvaro Recoba Inter

Ed ancora: ”Non venivo ad Appiano Gentile da quando avevo lasciato l’Inter, è sempre bello tornare e ritrovare tanti amici. Ho lasciato bellissimi ricordi anche perche’ se guardo la mia carriera più della metà l’ho trascorsa proprio con questa maglia. A volte mi viene nostalgia di tornare a vivere in Italia perche’ e’ un bellissimo Paese ma in Uruguay ho tutta la mia famiglia ora e ad oggi risulta difficile viverci in maniera permanente”.

Un viaggio a Milano che ha permesso a Recoba di ritornare a stretto contatto con i tifosi nerazzurri: “Dopo tanto tempo è molto emozionante incontrare i tifosi dell’Inter per le strade di Milano, ho vissuto qui molti anni e questa società mi ha dato tanto. Vedere che nutro ancora un certo effetto per loro mi riempie di entusiasmo ed orgoglio; vuole dire che qualcosa di buono ho fatto e il legame che ho con loro e’ indelebile“.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Inter, il Chelsea non molla Dumfries: pronta una contropartita!

Dieci anni di Inter ed un tuffo nei momenti piu’ significativi e belli: “Indubbiamente l’esordio è stato indimenticabile, due gol impressi nella mia memoria. Poi la vittoria della Coppa Uefa e dello Scudetto. A livello personale penso che la rete del 3­-2 con la Sampdoria sia stato fantastica perche’ ribaltammo una partita con una forza di volonta’ incredibile”.