Sei qui: Home » News Inter » Sconcerti non le manda a dire ai tifosi dell’Inter: “Non l’hanno difesa”

Sconcerti non le manda a dire ai tifosi dell’Inter: “Non l’hanno difesa”

Mario Sconcerti, sul Corriere della Sera, ha dedicato il suo editoriale ai sentimenti e al coinvolgimento dei tifosi, che protestano e non difendono le loro squadre. In particolare, il giornalista ha sottolineato i difetti delle tifoserie di Inter Milan.

Queste le sue parole sul noto quotidiano generalista: “La realtà è che nessuno ha difeso il Milan (o l’Inter), il vecchio concetto di Milan o Inter, nemmeno la loro gente. In questa estate volgare contano solo i soldi che i nuovi possono portare. E non importa chi siano, persone nobili o affaristi, conta solo se Bacca accetta il West Ham o arriva Candreva. Questo è tifo? È amore per la propria squadra? È coscienza di classe? O è solo cercare un padrone che lasci una mancia? Il Milan e l’Inter si stanno vendendo, sono stati venduti a paesi quasi favolistici e la gente pensa al broncio di Mancini e Montella“.

Mancini Riscone di Brunico tifosi

“Non assomiglia tutto a una straordinaria ignoranza, a una sconfitta comune? Perché se accetti il valore universale di una cessione del genere, non puoi fermarti ai tempi tecnici dei contratti. Basta che uno porti Candreva, o Mancini accetti sorridendo i suoi cinque milioni all’anno o Bacca trovi una squadra, poi le cose si aggiustano, i sentimenti ritrovano soddisfazione. È questo il nuovo calcio, una squadra degli altri. Abbiamo barattato promesse con la storia di noi stessi”.