Le amichevoli screditano l'Inter, ma già lo scorso anno...

Le amichevoli screditano l’Inter, ma già lo scorso anno…


Inter ancora sconfitta e abbattuta nelle amichevoli. Nella notte è stato il Bayern a sbriciolare la truppa di Mancini, mai in partita e sotto di quattro reti dopo soli 40 minuti. Una figuraccia francamente evitabile, ma non bisogna nemmeno strapparsi i capelli per la disperazione. Certo, farebbe piacere vedere determinati giocatori evitare errori e svarioni che li hanno spesso contraddistinti in campo, mostrare un po’ di grinta e far vedere di avere una discreta idea di gioco in testa, ma il calcio d’estate difficilmente è il termometro di ciò che accadrà in stagione, quando bisogna far le cose sul serio.

Montella-MancioAnche lo scorso anno l’Inter di Mancini ha faticato tantissimo nell’ormai consueta tournée oltreoceanica, non innalzando di certo il suo livello e prestigio internazionale. Le prime giornate di campionato raccontarono però una storia diversa, con i nerazzurri che si fecero trovare pronti nei primi impegni ufficiali, seppur non brillantissimi come gioco e prestazioni, con buona pace delle amichevoli, blasonate o non.

Già lo scorso anno, per citare un esempio lampante, il Milan di Mihajlovic sembrava essere molto più prestante ad agosto, ma dalla prima giornata di campionato fu sempre sotto in classifica ai cugini concittadini. Montella con il 3 a 3 dell’altro giorno, sempre contro il Bayern, sembra già aver piazzato la sua squadra in una situazione migliore rispetto a quella in cui si trova il suo caro amico dei tempi della Sampdoria. Sarà così anche quest’anno? Gli interisti se lo augurano, anche se prima sarebbe meglio risolvere quelle piccole grane che si sono venute a creare. Quelle preoccupano di più di partite senza la benché minima importanza e con ancora tanti elementi della rosa da inserire nel gruppo.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy