Palmeiras "costretto" a vendere subito Gabriel Jesus, ecco perché

Palmeiras “costretto” a vendere subito Gabriel Jesus, ecco perché


Sarà un’estate complicata quella che il club carioca del Palmeiras sarà costretto ad affrontare. Infatti, dal 22 agosto, cioè dalla fine delle Olimpiadi di Rio, il club sarà costretto a vendere o comprare totalmente il talento di Gabriel Jesus.

Gabriel-Jesus-2

Lo testimonia un documento ufficiale, mostrato da UOL Esporte, contenuto nel contratto stipulato dal club brasiliano con agenti e giocatore. Se il Palmeiras riceverà, dal 22 agosto (data in cui scade la validità della clausola) in poi, un’offerta di 24 milioni di euro o superiore, il club dovrà vendere i diritti sportivi del giocatore. Potrebbe, altrimenti, acquistare totalmente il giocatore, comprando dagli agenti che detengono parte del cartellino e dal giocatore stesso le loro quote.

Il Palmeiras, infatti, detiene solo il 30% del cartellino di Gabriel Jesus, quindi sarebbe costretto a comprare il 70% restante. In caso contrario, come detto, sarebbe obbligato a cederlo, ipotesi largamente più probabile.

Il gioiellino brasiliano è conteso dalle squadre più  forti del panorama europeo attuale ed il suo arrivo nel Vecchio continente è un’opzione molto concreta. Anche il club nerazzurro è sulle tracce del giocatore, ora bisognerà vedere se la nuova dirigenza di Suning sarà disposta ad entrare in un’asta qualora il Palmeiras decidesse di non esercitare nessun acquisto totale del giocatore dopo la data stabilita nella clausola.

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy