Type to search

Calciomercato Inter 1908 News Inter 1908

GdS – Thohir-Mancini, attenzione a Capello sullo sfondo

Share

Il faccia a faccia tra Erick Thohir e Roberto Mancini potrebbe finire con sorrisi e stretta di mano, ma non è anche possibile che l’attuale tecnico dimostri ancora malcontento e si vada per la rottura, in ogni caso, sullo sfondo resta Fabio Capello.

Mancini Thohir Jindong

Scrive La Gazzetta dello Sport che già da tempo Suning e Inter hanno stretto rapporti con l’ex c.t. della Russia, all’inizio per far ricoprire a Capello un ruolo dirigenziale nella nuova società, con l’idea di sfruttare l’esperienza dell’allenatore come supervisore tecnico.

Il distacco però di Mancini che a parole sembra voler chiudere i discorsi sull’Inter fa pensare anche a Capello in un’altra ottica, dirigente, ma anche traghettatore verso la prossima estate, quando i nerazzurri non avranno paletti Uefa nel fair play finanziario e potranno investire, coronando poi di fatto il sogno di Diego Simeone in panchina.

I tifosi hanno dimostrato freddezza all’ipotesi Capello, pesano i tanti rifiuti del passato, col tecnico di Pieris che almeno 4 volte è stato vicino a completare le panchine di prestigio in Italia dopo Milan, Roma e Juventus, con dichiarazioni nel periodo bianconero che mal si sposano con i colori nerazzurri, anche se nel calcio la miglior medicina è la vittoria, fa dimenticare ed esaltare.

Capello, attuale commentatore per Fox Sport, ha inoltre la possibilità di rescissione contrattuale nel caso di un progetto dal richiamo irresistibile e Mancini, nonostante le parole di Thohir che l’ha definito un fuoriclasse, resta alla finestra, la tournée negli Usa sarà l’occasione di vedere prima il tycoon indonesiano poi i vertici di Suning che il 25 voleranno a New York rendendo l’Inter, almeno negli incontri, mondiale.

Tags:
Francesco Fiori

Ho tre angeli lassù come vantaggio, il primo, mio padre, che alle costruzioni ha preferito farmi conoscere "Tutto il Calcio Minuto per Minuto", il secondo, mio zio Giorgio, il miglior giornalista del mondo che mi ha insegnato a 6 anni come scrivere e raccontare una partita, il terzo il mio amico Claudio che quando tutto va bene farà pasticci dall'alto. L'obiettivo è una radiocronaca sportiva....non è un sogno ma una missione!

    1

You Might also Like