EDITORIALE - Fozza Inda

EDITORIALE – Fozza Inda


Uno non fa a tempo a riprendersi dallo shock per il video virale del nuovo proprietario della squadra del cuore, trovando conferma che se i soldi non possono tutto almeno ci vanno molto vicino, che si risprofonda in una nuova crisi. E ci mancherebbe, già ne sentivamo la mancanza…
La si giri un po’ come si vuole è sempre #crisiinter.

Noi ci mettiamo anche del nostro. Ma vi immaginate voi ad un colloquio in cui neppure riuscite a dire il nome dell’azienda per cui vorreste lavorare? D’accordo, nessuno di voi ha staccato un assegno da 200 milioni e passa, ma suvvia, un po’ di amor proprio. E vabbè, che “Fozza Inda” sia.
Allora per Santon è fatta! Via l’azzurro che Mancini non ama… no dietrofront. Santon ritorna in ritiro per cause imprecisate. Ok, sarà finita.

Neanche per idea. Mettetevi comodi perché la signora Icardi, moglie e agente del bomber nerazzurro, si diletta sui social network e scatena un putiferio. Tsunami sedato dal tempestivo intervento del ds tuttofare? No perché Wanda o Wandita, ormai per molti tifosi Bandita, non molla il colpo e rilancia.

Schermata 2016-07-12 alle 17.06.59

Neanche a dirlo, per la stampa nostrana si tratta di un assist talmente tanto ghiotto che quasi non si capacitano. Troppa grazia avranno pensato in molti e apriti cielo.
Altro che “Tempesta Perfetta”. Si è passati da un’Inter lanciata verso un roseo futuro con i nuovi cinesi che non sanno il nome della squadra a “Bufera Inter” e crisi più totale.

Come al solito basterebbe affacciarsi sul giardino dei vicini per vedere che c’è nel circondario, ma nulla è più bello che sparare sull’Inter.

Dopo la notizia della ‘Ndrangheta infiltrata nel tifo juventino e dei rapporti che potrebbero essere intercorsi tra queste frange ed alcuni dirigenti bianconeri, un normale cittadino normodotato si sarebbe aspettato almeno una domanda a Marotta. Invece naturalmente nulla.

Hamsik senior fa una dichiarazione uguale o comunque molto simile a Wanda Nara, ma sarà per le forme non così sinuose, sarà per la chioma non proprio bionda, ma nessuno se ne da credito: “Marek dice sempre che il Napoli è il club che ama e che vorrebbe chiudere la sua carriera in azzurro, ma non è ancora sicuro che accada. Noi ci aspettiamo un contratto più ricco. Se ci sarà la volontà di valutare Marek come merita resteremo a Napoli, in caso contrario si penserà ad altre offerte“.

Allora l’amante del pallone si domanda se dall’altra parte del naviglio la situazione è rosea.

Sembra rosea solo per il tifoso interista in casa rossonera, perché al momento l’attacco atomico dei milanisti potrebbe essere composto da Lasagna-Lapadula. Non ce ne vogliano i due, ma non si tratta proprio di Neymar-Suarez, forse di più di un Holly e Lenders in salsa nostrana.

Naturalmente è tutto in secondo piano. Non può che essere così.

State rilassati.
In Ausilio we trust.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy