EDITORIALE - Caro Icardi, tutto l'oro del mondo non vale quella Fascia

EDITORIALE – Caro Icardi, tutto l’oro del mondo non vale quella Fascia


Quella di oggi è stata senza dubbio la giornata di Wanda Nara, che ha fatto parlare di sé per via di quello che ha combinato a partire da questa mattina.

Ricapitoliamo in breve quello che è successo: la signora Icardi in mattinata ha messo in subbuglio l’ambiente nerazzurro per via di un tweet quanto meno criptico, un #calciomercato che poteva essere interpretato in vari modi. L’ipotesi che si è diffusa maggiormente è stata quella di un presunto mal di pancia del capitano nerazzurro.

Opzione poi confermata dalle dichiarazioni delle stessa Wanda rilasciate a calciomercato.com, in cui afferma che l'”Inter ha messo in vendita Mauro IcardiA Mauro dispiacerebbe molto lasciare l’Inter, peró abbiamo capito la situazione economica del club e che evidentemente non possono trattenere Icardi”.

Dichiarazioni pesanti, pesantissime che hanno scatenato fin da subito il putiferio in casa nerazzurra. Parole che poi hanno fatto seguito ad una serie di tweet sibillini, in cui la moglie di Icardi mette nuovamente in risalto il fatto che sia stata una decisione della società quella di mettere in vendita il giocatore. Tweet prontamente cancellati in men che non si dica, probabilmente dopo aver ricevuto qualche chiamata da chi di dovere (la società) o magari direttamente dal marito.

tweet wanda

La questione sembra chiara: l’Inter ha più volte espresso la volontà di non cedere il proprio bomber (a meno di offerto clamorose, superiori ai 60 milioni), mentre la signora Icardi sostiene l’esatto opposto. E’ evidente che qualcuno stia mentendo e il fatto che quei tweet siano stati subito eliminati la dice lunga su quale delle due parti sia nel torto.

E allora perchè Wanda ha scatenato tutto ciò? Anche in questo caso il motivo sembra chiaro: la mancata proposta di un nuovo contratto, rinnovato tra l’altro non più tardi di un anno fa. Insomma, sembra che questo sia stato un tentativo di bussare alla porta della dirigenza nerazzurra per un aumento dell’ingaggio.

Joao-Miranda-Inter-BolognaTentativo però che non poteva essere effettuato nella maniera più sbagliata e che dimostra quanto Wanda Nara sia assolutamente inadeguata nel ruolo di agente del marito. Si vocifera di un Icardi infastidito per quanto successo, ma quel che è certo è che il numero 9 nerazzurro era a conoscenza di quel che stava per succedere. Magari non si sarebbe aspettato una presa di posizione così forte da parte della moglie, ma dubitiamo che non ne sapesse nulla. Anche perchè la richiesta di un aumento dell’ingaggio è quanto meno legittima, anche se non si può andare a battere cassa ogni anno.

A questo punto ci si aspetta una presa di posizione netta da parte della società nerazzurra e che Icardi paghi le conseguenze di questa situazione che tra l’altro ha messo in cattiva luce tutto il club con dichiarazioni gravissime da parte del suo agente. Parole che un capitano, se tale deve essere definito, non si può permettere di far uscire (anche se non state direttamente da lui). Allora la prima cosa che dovrebbe fare l’Inter è quella di togliere la fascia di capitano ad Icardi ed assegnarla a qualcuno di più meritevole. Chi? Joao Miranda, leader silenzioso di questa squadra. Quale nome sarebbe più adeguato di quello del difensore brasiliano?

Che sia chiaro: nessuno sta mettendo in dubbio il valore del giocatore, sicuramente uno dei migliori in rosa, con media gol incredibile e con un ampi margini di miglioramento. Si discute un’uscita che un capitano, che tiene alla maglia, non dovrebbe mai fare. E quando si commette un errore grave, è giusto pagarne le conseguenze. Ed è per questo che forse la fascia è qualcosa di troppo per Icardi ed è altrettanto giusto consegnarla nella mani di chi, come Miranda per l’appunto, è in grado guidare il gruppo con la leadership che un capitano deve avere.

Chi Siamo

Spazio Inter è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla FC Inter 1908, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per il San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Editore: Cierre Media SRLS - P.IVA: 07984301213

Direttore editoriale "SpazioInter.it": Antonio Caianiello

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da Fc Inter 1908

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Facebook

Copyright © 2015 Cierre Media Srl