IL CALDERONE DEL MERCATO – Real, offerta bassa per Pogba. Sabatini tenta lo sgambetto per Kovacic, mentre Conte spinge per Candreva

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Da qualche giorno circolava la voce circa una prossima offerta del Real Madrid per Paul Pogba. Il nazionale francese, impegnato con gli Europei in casa propria, è valutato almeno 100 milioni dalla Juventus e non partirà per gli 80 milioni che le Merengues sono pronte a offrire alla Vecchia Signora. Un discorso che probabilmente andrà avanti a lungo, considerando i tanti nomi in basso, da Isco a Kroos, da Morata a Kovacic. Lo stesso Kovacic però ha una nuova pretendente: si tratta proprio della Roma di Walter Sabatini, che vuole provare lo sgambetto alla Juventus e portarsi a casa il giovane talento croato, ex Inter. Sempre la Roma ha l’accordo per Mario Rui (entrerebbe Skorupski nell’affare) ma vuole tentare l’ultimo affondo per Dignekovacic presentazione real madrid

Chi potrebbe invece lasciare l’Italia è Antonio Candreva. Da tempo seguito dall’Inter ma con il Chelsea alla finestra, ora l’allenatore dei Blues Antonio Conte ha una corsia preferenziale per parlare con giocatori. Candreva infatti è titolare nell’11 del tecnico ex Juve e anche ieri ha ben impressionato. Conte può parlare direttamente con Candreva per convincerlo a volare oltre manica, anticipando anche l’Inter. Lotito probabilmente volerà in Francia per parlare con i diretti interessati. C’è qualcuno che invece ha le idee molto chiare: si tratta di Aurelio De Laurentiis, che vuole costruire un grande Napoli per la prossima stagione. Chiuso da tempo il colpo Tonelli, gli obiettivi sono dichiarati: Zielinski, Herrera e Lapadula. Il primo sembrava promesso all’Udinese ma potrebbe essersi trattato solo di manovre dell’agente del polacco. L’Udinese ha accettato l’offerta dei partenopei, ora la palla passa al giocatore. Con Herrera è il contrario: accordo col giocatore ma non con la carissima bottega che risponde al nome di Porto. Lapadula invece prende tempo, valuta le offerte e fa irritare il fumoso presidente del Napoli.

Il nuovo Torino di Mihajlovic prepara alcuni colpi importanti. Dopo il rinnovo di Benassi, un tris di colpi per il tecnico serbo all’orizzonte: De Silvestri, Henriksen (Az) e Ljajic, che lo stesso Mihajlovic ha chiamato per convincerlo. Tanti i possibili movimenti in attacco in Serie A: la Lazio sogna Gabbiadini ma le richieste del Napoli sono altissime, l’Atalanta valuta un nome tra Paloschi e Thereu, ma perderà Pinilla che potrebbe finire al Panathinaikos insieme ai greci Kone e Tachtsidis. Il Pescara per sostituire Lapadula ha avviato i contatti con Macheda, ex ragazzo prodigio allo United e Gilardino, che però guadagna troppo per gli abbruzzesi. Dall’estero arrivano tante richieste per Muriel, soprattutto dal Portogallo, dove le tre big Porto, Benfica e Sporting vogliono il colombiano.

La Fiorentina rischia di perdere Badelj, dopo le parole dell’agente che aprono all’addio del croato, come il Bologna rischia di perdere Diawara. Sul gioiellino dei felsinei il più rapido sembra essere stato il Valencia, che con 15 milioni può portarlo al Mestalla. Il sostituto potrebbe essere Cristante. Il Chievo si butterebbe su Verdi del Milan se il trequartista non sarà riscattato dal Carpi, mentre Ionità potrebbe lasciare il Verona appena retrocesso per finire addirittura alla Juventus, in cambio di 8 milioni. Difficile invece che Pazzini lasci il capoluogo veneto.

ESTERO – La notizia più importante arriva dall’Inghilterra: Ibrahimovic non è mai stato tanto vicino al Manchester United. I Red Devils avrebbero infatti programmato le visite mediche per lo svedese, subito dopo l’Europeo. Un altro svincolato invece ha già trovato casa in Inghilterra: si tratta di Feghouli, che dopo la fine del contratto con il Valencia ha trovato un accordo triennale con il West Ham. Sempre in Inghilterra, il Manchester City dopo Gundogan e (probabilmente) Laporte, vuole chiudere anche per Leroy Sane. Il talentuosissimo 20enne dello Shalke 04, ora impegnato con la Germania, potrebbe essere il terzo colpo per Guardiola.