Gds – Un posto per extracomunitari all’Inter. Come la scelta cambia la strategia di mercato

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’Inter è ad un bivio: dopo aver portato a casa Caner Erkin a parametro zero, gli slot per gli extracomunitari sono passati da 2 a 1. C’è quindi da poter portare ad Appiano Gentile solo un altro giocatore di qualche nazione fuori dalla comunità Europea. Come riporta la Gazzetta dello Sport, i nerazzurri devono scegliere se puntare su un giocatore già pronto o su qualche giovane a cui dare un periodo di ambientamento.

La sicurezza, il giocatore su cui puntare per costruire la squadra che deve assolutamente tornare in Champions League, è Yaya Toure. 33 anni, esperienza infinita, tra i migliori centrocampisti al mondo. Il rapporto con Mancini lo rende fattibile, anche se gli 11 milioni netti che percepisce al City e che dovrebbe guadagnare per un’altra stagione, sono un po’ complicati da gestire. gabriel-jesus

Sono anche altri gli obiettivi extracomunitari, ma i vari Ramires, Alex Texeira, partono dietro nelle gerarchie della lista della spesa nerazzurra. Altri però, sono molto giovani e dimostrerebbero una voglia all’Inter di puntare su un giocatore che possa far la differenza magari più nel futuro prossimo che nell’immediato, considerando che un giocatore di 20 anni che arriva dal sud-america, difficilmente è subito decisivo nel campionato italiano. I nomi in questione sono Gabriel Jesus, 19 anni del Palmeiras, o Bentancur, 18enne del Boca. Interessano anche Almiron (22) del Lanus e Mammana (20) dell’Estudiantes.

Se la scelta cadrà su entrambi, sia il maturo che il giovane, sarà difficile parcheggiarquest’ultimo stesso in sud-america o in prestito in giro per l’Italia, considerando che alcuni di questi (soprattutto Jesus e Mammana, considerato l’interesse in giro per l’europa) sono ambiziosi e hanno voglia di dimostrare subito ad alto livello.