GdS – Si attende l’assemblea dei soci il 27 ma intanto Bolingbroke conferma la permanenza

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Come riporta la Gazzetta dello Sport dopo il brindisi e la conferenza stampa, la data importante che sancirà l’ufficialità dell’ingresso dei nuovi proprietari, sarà quella del 27 giugno.

In quella data è stata fissata l’Assemblea dei soci che dovrà ufficializzare l’ingresso del Suning come proprietario, l’aumento di capitale e la nomina del nuovo Consiglio d’amministrazione.
Il nuovo CdA dovrà anche rispettare la nuova ripartizione delle quote. Vedrà quindi i 3 uomini di Moratti dimissionari, diminuiranno da 5 a 3 quelli di Thohir ed il colosso cinese avrà almeno 5 rappresentanti. I consiglieri potranno anche passare dagli attuali 8 a 9 per rispettare ancor meglio la nuova realtà societaria.Thohir-ride-aaa-Boling-Inter.it_

Ma ciò che preoccupa o comunque che non è chiaro, è come sarà la società Inter a livello dirigenziale. Il CEO Michael Bolingbroke ha provato a chiarire i piani sostenendo che i cinesi manterranno Thohir presidente e tutti i dirigenti, aggiungendo: “Il progetto è ambizioso, i cinesi vogliono investire, ma dobbiamo rispettare gli accordi con l’Uefa. Mancini? Resta, tutti sono contenti di lui”.

Ciò appare molto strano e calcolando che non più tardi di due mesi fa lo stesso CEO dichiarava che Thohir non avrebbe venduto la maggioranza delle azioni, è tutto relativo. Che una società investa centinaia di milioni di euro e lasci tutto inalterato è pressochè impossibile.

Intanto Cesare Romiti, al vertice della Fondazione Italia Cina, lancia frecciate a Thohir: “Gli investitori cinesi sono una garanzia, a differenza di Thohir che non ha dato prova di consistenza patrimoniale”. Tutti sono convinti almeno di una cosa: i cinesi vogliono investire e tanto.