CdS – Inter&Suning: ecco i piani per il futuro della partnership

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Lunedì c’è stata la svolta storica, ma, adesso, si iniziano già a delineare i piani per il futuro della partnership tra l’Inter e Suning. Infatti, come riporta il Corriere dello Sport, ci sono due obiettivi del Suning, uno a breve termine, l’altro a medio-lungo termine.

CDA ALLARGATO – Le ipotesi sarebbero due: confermare gli 8 membri del consiglio di amministrazione con lo stesso rapporto di forze (5 rappresentanti di Zhang, 3 di Thohir) oppure allargare il board a 9 elementi con l’aggiunta di un rappresentante del management attuale che sarebbe Bolingbroke, attuaBolingbrokele Ceo della società nerazzurra. Mentre i 3 uomini che rappresentano Thohir sarebbero già delineati (oltre al presidente indonesiano, ci sarebbero Volpi e uno tra Soetedjo e Hioe), per rappresentare Suning, invece, sta diventando forte la candidatura di Steven Zhang, figlio del proprietario di Suning. Steven cura lo sviluppo degli affari internazionali ed ha un’ottima rete di relazioni sia in Cina che all’estero. Il resto dei rappresentanti, invece, rimane un mistero, ma si parla di manager del Suning Sports Group con Lei Gong che si occuperà dei rapporti tra Jiangsu ed Inter.

DAL SOL LEVANTE ALL’INTER – L’altro obiettivo del Suning è quello di far giocare nell’Inter un calciatore cinese nell’arco dei prossimi 3-4 anni: un progetto ambizioso che se realizzato garantirebbe una visibilità mediatica pazzesca. Intanto, considerando il rapporto di collaborazione tecnica, l’Inter garantirà allo Jiangsu tre importanti aiuti: 1)Pinetina in formato cinese; 2)formazione di manager per il settore giovanile; 3)metodi di allenamento per il vivaio. Il Suning, d’altro canto, risponderà con grandi investimenti così come ribadito più volte da Jindong durante la conferenza stampa.