Diarra-Lokomotiv, il TAS dà ragione al club russo. Sorride l’Inter…

Si è concluso l’ultimo capitolo dello spinoso contenzioso tra Lassana Diarra e il Lokomotiv Mosca: il Tas ha dato ragione al club russo, che vince la battaglia legale legata allo svincolo del centrocampista francese ad agosto 2014 in virtù di un accordo privato, che, secondo quanto decisivo, non aveva alcun valore.

DiarraDopo la sentenza Fifa dunque anche il Tas decide contro il giocatore, condannato ad una squalifica di 15 mesi e trattenuta dello stipendio (già scontata), una multa di 110 mila euro da versare al TAS e un’ulteriore ammenda da 10 milioni di euro. Questa la dichiarazione a caldo del giocatore, rilasciata su Twitter:

“Ringrazio tutte le persone che mi sono state vicine in questo momento difficile. – ha dichiarato – Come ho già detto è qualcosa che non auguro a nessun altro giocatore. Prenderò atto della situazione come ho fatto sempre in passato. Capitolo chiuso, ora mi concentro sulla Nazionale francese e sull’Europeo che giocheremo in casa”. 

Questo responso riguardante Diarra non lascerà indifferente Ausilio, che da tempo segue il giocatore e ha già offerto un biennale al giocatore in cerca di rilancio, che si svincolerà a costo zero dal Marsiglia quest’estate.

LEGGI ANCHE:  VIDEO - Lautaro furioso in panchina: “Vai alla Juve ca**o”

 

Sei qui: Home » Calciomercato Inter » Diarra-Lokomotiv, il TAS dà ragione al club russo. Sorride l’Inter…