GdS - Inter e Fair Play Finanziario vanno nella stessa direzione: il punto

GdS – Inter e Fair Play Finanziario vanno nella stessa direzione: il punto

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’Inter ha a che fare con un nemico di quelli tosti, di quelli che per cui non puoi rifiatare, perché ti stringono in una morsa che non ti permette di respirare. Questo è il Fair Play Finanziario. E giunti a fine stagione, il FFP (Financial Fair Play) si appresta a riscuotere ciò che gli spetta. I nerazzurri, però, stando a ciò che scrive La Gazzetta dello Sport, sarebbero in linea con i dettami del patto Uefa, ovvero sotto i 30 milioni di euro da avere in bilancio entro la fine di giugno.moratti thohir

Ma non finisce qui: l’Inter dovrà poi raggiungere il punto di break even per l’esercizio 2016-2017, per far sì di non essere costretti a pagare 14 milioni di multa giunta lo scorso maggio con la condizionale. Sono continui gli incontri tra Inter Uefa. I tempi per determinare la bontà del lavoro nerazzurro, però, sono ancora molto lunghi.

Bisognerà infatti attendere ottobre per far sì che la Uefa dia la sua valutazione sul lavoro svolto a bilancio dalla società meneghina. Non dovesse soddisfare i dettami europei, l’Inter se la vedrà quasi certamente con limitazioni sul mercato in entrata.

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy