GdS - Thiago Motta: "Mourinho all'Inter ci chiedeva di giocare palla lunga ma io..."

GdS – Thiago Motta: “Mourinho all’Inter ci chiedeva di giocare palla lunga ma io…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Thiago Motta si è concesso a “carta e penna” de La Gazzetta dello Sport, alla quale ha ripercorso la sua vincente carriera all’Inter, quella al Paris St.Germain e nella Nazionale, introducendo sulla sua condizione fisica attuale: “Il polpaccio? Sta bene, ancora un paio di giorni e sarò pronto per l’eventuale convocazione definitiva in Nazionale”.thiago-motta-inter

Chi me lo fa fare di continuare in Nazionale dopo le continue critiche? La passione per il calcio ed il privilegio di vestire questa maglia e la possibilità di fare un altro Europeo. Questo. Le critiche fanno parte del mestiere del calciatore. Certo, ci vorrebbe più coerenza: dicono che sono lento, è come se dicessero che la Gazzetta è rosa…” .

Un aneddoto ai tempi di Mourinho all’Inter: “Nell’anno del Triplete, nell’intervallo del derby d’andata, Mourinho mi disse di giocare palla lunga, che qui non eravamo al Barcellona. Mi adeguai e si vinse. Ma questo tipo di calcio non fa parte del mio essereE su Blanc chiosa: “A volte dovrebbe spiegare pubblicamente ciò che chiede e vuole dai suoi giocatori…”.

Sul suo futuro, con il contratto in scadenza nel giugno 2017, commenta così: “Farò come Ibrahimovic, deciderò in piena libertà. Qualora dovessi stare bene, continuerò a giocare, al Psg o da qualche altra parte. Altrimenti mi dedicherò alla carriera da allenatore ed inizierò a studiare. Io come Guardiola al Barcellona? È un percorso che mi ispira, anche qui a Parigi. Sarebbe bello che un giocatore giunto ad inizio progetto, continui per far crescere questa squadra”.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy