CdS - Contro il Sassuolo sarà Inter's Got Talent: spazio ai giovani canterani

CdS – Contro il Sassuolo sarà Inter’s Got Talent: spazio ai giovani canterani

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il match di sabato prossimo contro il Sassuolo costituirà l’occasione per Roberto Mancini di schierare alcuni giovani della Primavera nerazzurra. Infatti, le squalifiche di Handanovic e Perisic, le defezioni di Miranda, Icardi e Medel, porteranno il tecnico jesino ad attingere da qualche giovane della cantera nerazzurra, allenata da Stefano Vecchi.

I nomi più probabili tra i convocati, come riporta il Corriere dello Sport, potrebbero esserSamadene, oltre a Manaj e Gnoukouri già nel giro della prima squadra, Ionut Radu, come riserva di Carrizo, senza dimenticare Miangue, Gyamfi, Zonta, Bonetto, Correia e Baldini, che ha già esordito la scorsa stagione in prima squadra contro il Qarabag in Europa League.

Mancini nella sua esperienza all’Inter ha già fatto esordire 31 giocatori della Primavera, tra i quali Andreolli, Bonucci, Biabiany, Balotelli, Siligardi, Bolzoni; lo scorso anno fece esordire ben 5 giocatori: oltre a Baldini e Gnoukouri, schierò Dimarco, Palazzi e Puscas, ora al Bari, mentre in questa stagione il giovane Manaj, che potrebbe giocare qualche scampolo di partita sabato prossimo. Mancini segue con molto entusiasmo il settore giovanile nerazzurro che tante soddisfazioni sta regalando a Thohir, grazie anche alla sapiente opera di Roberto Samaden: l’imbattibilità su 10 derby giovanili disputati (7 vittorie e 3 pareggi) con tutto il vivaio in lotta per il titolo nazionale sono soltanto le ultime soddisfazioni di una cantera nerazzurra sempre più al top in Italia.

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy