GdS – Rivoluzione sulle panchine delle big europee. Mourinho cambia tutto e Mancini…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Come riporta la Gazzetta dello Sport di oggi, per le big europee si sta preparando un vero e proprio risico per la prossima stagione che, nonostante alcune certezze, non ha ancora finito di stupire e la ciliegina sarà quella che metterà Josè Mourinho.

Proprio lo Special One dopo il sofferto addio al Chelsea, sembrava destinato a ritornare nella sua adorata Premier League con destinazione Manchester United. I proprietari americani del club infatti, si erano portati molto avanti nella trattativa con Mou e il suo agente Mendes.
Ma sembra che oggi non sia più così, Bobby Charlton e Ferguson hanno dato importanza per i Red Devils, all’avere un manager di basso profilo, che venga sembra un passo dopo il club e a lungo andare si sono convinti tutti, dando a Ryan Giggs le chiavi del club.

Quale futuro ora per Mou?
A Zidane non sembra esser bastata la qualificazione alle semifinali di Champions League con tanto di rimonta, Florentino Perez vorrebbe riportare a casa uno dei suoi allenatori preferiti. Mourinho per il presidente dei Blancos avrebbe carta bianca, ma saranno i risultati a parlare.

mourinho-florentinoperez
Per quanto riguarda invece il Paris Saint Germain, nonostante i dirigenti si siano affrettati a dar fiducia a Laurent Blanc, il futuro della panchina al Parco dei Principi è molto in bilico. Dopo l’uscita di scena dalla Champions per mano del City ancor di più.
Ovviamente Mourinho, che era già stato accostato ai francesi la scorsa estate, sarebbe in prima fila nonostante lui preferisca campionati più competitivi, ma non solo.

Altri due tecnici sono in orbita Parigi. Max Allegri che, nonostante sia in trattativa con Marotta per prolungare lautamente il suo contratto, non chiuderebbe la porta all’imponderabile ed all’occasione di una vita e udite udite anche Roberto Mancini.
Il tecnico jesino è stato vicino a Ibra e compagni dopo l’uscita dal Galatasaray, questo potrebbe spianargli la strada e una nuova chiamata dalla Francia sarebbe difficile da rifiutare.