GdS – Thohir rassicura tutti: “Non vado via”. Questi gli scenari

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La Gazzetta della Sport fa il punto della situazione societaria in casa Inter. Tante le voci degli ultimi giorni, dai possibili soci di minoranza fino addirittura all’ipotesi di addio di Erick Thohir. Possibilità questa subito smentita dal tycoon indonesiano che non vuole abbandonare il suo progetto.

Con Roberto Mancini si era sentito a telefono e nel fine settimana, quando il presidente nerazzurro tornerà a Milano, ci sarà un nuovo faccia a faccia, ma lunedì, nella riunione organizzata da Bolingbroke, c’erano quasi tutti tra dirigenti e staff tecnico e l’a.d. ha riportato quelle che sono le idee di Thohir. Una mezz’oretta di incontro per chiarire e tranquillizzare su alcuni punti, come quello sportivo.

Il progetto è buono e la stagione non è da considerare negativa. Si è sottolineato il miglioramento di 13 punti rispetto alla scorsa stagione e si è detto che era considerato anche un eventuale arrivo in Europa League, e che mancano 6 giornate e bisogna dare tutto. Poi rassicurazioni sulle voci dei media che parlano di cambio societario, quando invece l’Inter cerca solo partner strategici per dare più forza al club. Precisato anche come l’Inter non centri nulla con Panama Papers, la documentazione sulla più grande evasione fiscale della storia.

Moratti 2

Sempre dalla società, pare che l’idea potrebbe essere quindi anche quella di portare all’Inter un partner senza dover necessariamente cedere qualche quota. Bisogna però considerare che in questi casi, si tende a negare tutto, come faceva lo stesso Moratti quando trattava con Thohir la cessione del pacchetto di maggioranza. L’indonesiano sta trovando più difficoltà del previsto a raggiungere gli obiettivi prefissati  ma non vuole lasciare e per ora si valutano le offerte arrivate, come quella della Suning ma non solo.

Tante possibilità ma nulla ancora di concreto, con una sola certezza: se nulla cambierà nel futuro prossimo, qualcosa potrebbe accadere il 15 novembre, quando il patto sul blocco delle quote tra Moratti e Thohir si concluderà e Moratti potrebbe decidere di cedere le sue quote ad un prezzo definito tempo fa.