GdS – Anche il quarto è posto è fondamentale per ferie, soldi ed immagine

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La Gazzetta dello Sport sottolinea come per la quarta stagione consecutiva l’Inter sia partita con grandi ambizioni che si sono progressivamente ridimensionate con il passare delle partite e soprattutto delle posizioni perse.  Sino al primo reale giro di boa, la famosa partita con la Lazio prenatalizia, si è parlato di scudetto, poi si è tornati sugli obiettivi iniziali e cioè sul terzo posto e sulla qualificazione Champions.

Ora che anche quell’obiettivo, a meno di clamorosi ribaltoni, appare sfumato, il Mancio dovrà comunque tenere alta la concentrazione dei giocatori, perché anche il quarto posto è fondamentale.

Se i nerazzurri arrivassero quinti, molto dipenderà dal Milan, perché se i cugini vincessero la finale di Coppa Italia contro la Juve, la banda Mancini sarebbe costretta a giocarsi il terzo turno preliminare di Europa League previsto il 28 luglio e 4 agosto, giocandosi di fatto le vacanze, ma non solo.

ausilio

Così facendo la società dovrebbe anticipare il ritiro, con tutto quello che ne può derivare calcolando che tra il 10 giugno e il 10 luglio si gioca l’Europeo, che vedrà coinvolti Brozovic, Perisic, probabilmente Eder e forse anche Ranocchia, Kondogbia e Manaj. Il 4 giugno inizia la Coppa America con Medel, Miranda e Murillo.
Dal 3 al 20 agosto ci saranno le Olimpiade di Rio, in cui potrebbero essere coinvolti Miranda e Icardi.

A tutto ciò andrebbe aggiunto anche il danno economico e di immagine che porterebbe il dover rinunciare al torneo negli Usa con i top club europei. Sono in programma amichevoli di lusso con Psg, il 24 luglio, con il Bayern Monaco il 30 luglio e con il Celtic il 13 agosto in una sede europea.

Durante la trasferta negli Usa, sono in programma altri due match di cui uno con i DC United di cui è azionista Thohir.

Per tutto ciò è fondamentale il quarto posto.