GdS – A San Siro lavori in ritardo per la Champions. L’UEFA si arrabbia

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Come riporta la Gazzetta dello Sport, non si ricorda a memoria d’uomo che una sede di un torneo o di una finale sia mai cambiata, anche in situazioni molto complicate che avrebbero richiesto misure drastiche, come l’Europeo in Polo­nia­ ed Ucraina e il Mondiale in Sudafrica, ciò non toglie che dalle parti dell’Uefa, gli incomprensibili e reiterati ritardi nei lavori a San Siro per la finale di Champions League, irritino e non poco.

A due mesi dall’evento ci sono ancora molti cantieri aperti, quando in­vece doveva essere tutto pron­to a fine 2015.

Schermata 2016-03-31 alle 09.05.04
Nessuno se la prende con il Comune di Milano che si è dimostrato molto collaborativo anche per quanto riguarda iniziative parallele e per il problema lavori del Meazza bisogna far riferimento alla M­I Stadio, società a metà tra Inter e Milan che gestisce lo stadio.

Negli ultimi giorni sono venuti alcuni di­rigenti Uefa che dai sopralluoghi hanno potuto constatare come l’hospitality del­la tribuna arancione sia ancora un cantiere aperto e non solo, anche altri settori sono ancora in alto mare.

Il problema verrà affrontato anche dai dirigenti di Milan e Inter tra i quali ci sarà sicuramente Erick Thohir che è in arrivo a Milano nel fine settimana.

San Siro è un impianto oramai datato, che ha subito numerosi interventi e nel quale è difficile lavorare.
Il problema principale poi è come sempre la lentezza della burocrazia italiana che non ha certo facilitatole cose.

Nonostante la perplessità dell’Uefa sono comunque state date garanzie per la fine dei lavori il 30 aprile.

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook