Maaroufi: “Non ho mai conosciuto quelle persone. Non ho nulla a che fare con questa storia”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ibrahim Maaroufi è tornato in questi giorni, suo malgrado, agli onori della cronaca.
Non per il calcio questa volta, come gli era capitato nel 2006 quando Roberto Mancini l’aveva fatto esordire in serie A contro il Livorno, ma per la tragedia successa a Bruxelles. Kalid El Bakraoui, uno dei terroristi implicati negli attentati in Belgio, sembra che si sia servito dell’identità del calciatore ex nerazzurro, per affittare a Charleroi.
Intervistato da Sky ha dichiarato: “Non ho mai incontrato El Bakraoui, non lo conoscevo e non sapevo che esistesse. Poi una settimana fa ho visto come tutti che esisteva”.

Schermata 2016-03-30 alle 14.48.01

Ma le vicissitudini per l’ex giovane interista non sono terminate qui.  Lui aveva firmato nel 2014 un contratto di prestito con la Paganese, in Lega Pro e proprio nella città campana, è stato arrestato Djamal Eddine Ouali, un algerino accusato di aver procurato dei documenti falsi agli attentatori di Bruxelles.

Anche su questo Ibrahim ha voluto far chiarezza: “Tutte queste persone io non le conosco. Non ho niente a che fare con loro. Già a gennaio avevo denunciato il furto d’identità, ora sono tornato dalla polizia per ribadire la mia estraneità. Loro mi hanno assicurato che sanno che non c’entro nulla”.