Forza fisica e senso del gol: ecco chi è Milik, possibile erede di Icardi all’Inter

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Negli ultimi tempi, forse un po’ a sproposito, si è vociferato molto di una possibile cessione di un big la prossima estate da parte dell’Inter, soprattutto in caso di mancato approdo in Champions League: l’indiziato numero uno a lasciare Appiano Gentile, anche perchè è uno di quelli che ha più mercato, sarebbe Mauro Icardi.

La domanda dunque sorge spontanea: l’Inter con chi potrebbe sostituire il proprio capitano? Negli ultimi tempi si parla molto di un interesse da parte del club interista nei confronti di Arkadiusz Milik, attaccante esploso in questa stagione con la maglia dell’Ajax, dopo l’opaca esperienza in Germania con il Bayer Leverkusen prima e con l’Augsburg in seguito.

Milik

La punta classe ’94, di nazionalità polacca, è autore fino ad ora di una stagione strepitosa con la maglia dei Lancieri, come dimostrano le diciannove reti e i dodici assist in trentasei presenze stagionali, tra campionato, Champions, Europa League e Coppa Nazionale.

Milik è il prototipo dell’attaccante moderno, in quanto è in grado di abbinare doti da bomber puro a quelle da attaccante mobile in grado di svariare su tutto il fronte d’attacco: insomma, l’ideale per il gioco di Mancini, che in più di un’occasione ha chiesto allo stesso Icardi di svolgere quel tipo di lavoro.

In patria viene paragonato al connazionale Lewandowski, attaccante del Bayern Monaco, che sarà il suo partner in attacco, con ogni probabilità, ai prossimi Europei. Curiosità finale: in Polonia credono talmente tanto in Milik che è stato scelto come giocatore da presentare sulla copertina del videogioco Fifa 16 al fianco di Messi. Mica male, considerando proprio la notorietà di Lewandowski