FOCUS AVVERSARIO - L'Inter nella terra del "Faraone", Spalletti punta sull'attacco mobile

FOCUS AVVERSARIO - L'Inter nella terra del

Una partita che vale una stagione, senza ombra di dubbio. Roma-Inter di sabato sera sarà lo spartiacque di un campionato che finora ha lasciato troppe incognite in casa nerazzurra. Una vittoria all’Olimpico significherebbe riaprire la lotta per la Champions mentre una sconfitta rappresenterebbe l’addio definitivo al sogno europeo.

La Roma arriva al match contro l’Inter dopo un filotto di 8 vittorie consecutive che le hanno permesso di portarsi dal 5° al 3° posto a +5 da nerazzurri e Fiorentina. Con una vittoria sabato i giallorossi ipotecherebbero il terzo posto portandosi a +8 proprio sui nerazzurri. Nella scorsa giornata di campionato, gli uomini di Spalletti hanno affrontato l’Udinese sconfitta per 2 a 1 grazie ai gol di Dzeko e Florenzi.

Per il match contro l’Inter, Spalletti non potrà contare certamente su Castan, Gyomber e Ponce mentre sono in dubbio Rudiger e il capitano Francesco Totti.

Stephan-El-Shaarawy-Roma11-e1455179198674La Roma ha il miglior attacco del campionato con 61 reti in 29 partite per una media di più di 2 reti a partita. Ed è proprio il reparto offensivo il punto forte di questa squadra che con l’arrivo di Spalletti sembra rinato. Il gioco dei giallorossi è molto offensivo grazie all’azione delle due punte esterne che fanno un lavoro importantissimo in fase di possesso palla permettendo all’attaccante centrale di avvicinarsi alla porta agevolmente.

Il punto debole è costituito dal fatto che in alcune occasioni la squadra giallorossa appare troppo sbilanciata in avanti lasciando vere e proprie voragini in difesa. Lì dove Spalletti ha ancora molto da lavorare come dimostra il gol subito contro l’Udinese frutto di uno svarione difensivo.

L’osservato speciale è Stephan El Sharaawy. L’ex Milan dopo alcuni anni in chiaroscuro è finalmente tornato alla ribalta da quando si è accasato alla Roma. Sette presenze da gennaio ad oggi con 5 gol e 2 assist che ne fanno uno degli uomini più pericolosi della formazione giallorossa. Rapidità, inserimenti e un ottimo tiro ne fanno un attaccante completo che può agire sia da seconda punta che da centravanti puro.

Probabile formazione:
ROMA (4-3-3):
Szczesny, Florenzi, Rudiger, Manolas, Digne, Nainggolan, De Rossi, Pjanic, Salah, Perotti, El Shaarawy
Panchina: De Sanctis, Torosidis, Zukanovic, Maicon, Keita, Vainqueuer, Strootman, Iago Falque, Totti, Dzeko. Allenatore: Spalletti

 

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram