Mancini: "Non esistono partite facili. Puntiamo su Telles, Ljajic spero possa migliorare"

Mancini:

Dopo le vittorie ottenute contro Juventus in Coppa Italia e Palermo in campionato, l'Inter vuole ripetersi anche contro il Bologna, per continuare ad inseguire l'obiettivo terzo posto.

Roberto Mancini è intervenuto nella consueta conferenza stampa pre partita, in cui ha risposto a diversi temi.

BOLOGNA -"Domani c'è da stare attenti, il Bologna gioca con grande tranquillità, ha tanti giovani che stanno andando bene. Inutile pensare alla Roma ora".

SQUADRA - "Ci sono stati dei picchi altissimi nei primi 5 mesi, poi abbiamo commesso degli errori che ci possono stare in una squadra giovane come la nostra".

MODULO - "Modulo non è decisivo. 4-3-3 è simile al 4-4-2, non c'è molta differenza".

IBRAHIMOVIC - "E' un grande campione, che fa ancora la differenza. Dipende da cosa vuole fare lui e cosa potremmo fare noi, ma mi sembra difficile che possa venire".

SODDISFAZIONE - "La soddisfazione è che la squadra può migliorare, che per 5 mesi siamo stati in testa".

Conferenza stampa Mancini

TERZO POSTO - "Possiamo arrivarci senza fare fioretti. Dobbiamo fare molto bene fino a Pasqua".

MERCATO - "Telles è un ragazzo giovane, sui cui puntiamo moltissimo, ha grandi possibilità. Icardi non credo che ci siano grandi problemi con lui".

LJAJIC - "A me piace avere giocatori come lui, la speranza è che non si disperdono per strada. E' giovane, ha fatto tutta la carriera in Italia, spero possa migliorare sempre. E' un giocatore molto bravo tecnicamente".

PRESIDENTE BOLOGNA - "Ci siamo conosciuti attraverso amici in comune. Sono contento che abbia preso il Bologna, essendo io nato lì calcisticamente".

MURILLO E JOVETIC - "Murillo sta abbastanza bene, Jovetic sta recuperando dal problema al polpaccio. Credo che torni dopo la sosta".

BALOTELLI - "Non l'ho visto giocare. Spero che possa tornare all'improvviso quello di qualche anno fa".

MIRANDA - "Parleremo con Dunga per le Olimpiadi, credo che sarà abbastanza difficile che Miranda possa giocare con il Brasile sia Copa America che Olimpiadi".

SORIANO E BROZOVIC - "Soriano ha un po' di esperienza, gioca in Italia da diverso tempo. Brozovic deve ancora crescere molto, corre tanto, fa gol. Soriano è un po' più avanti perchè ha più esperienza, ma Brozovic avrà un grande futuro".

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

Roberto Bernocchi
Leggi i suoi articoli
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram