Eder come nella Samp: da centravanti ha offerto la sua versione migliore

Eder come nella Samp: da centravanti ha offerto la sua versione migliore

Il bello di ieri sera è che l'Inter ha rischiato di fare l'impresa con una formazione del tutto sperimentale, nella quale molte erano le novità: una di queste era la presenza di Eder come centravanti, interrogativo che non è rimasto più tale alla fine del match. L'italo-brasiliano si è dimostrato più che adeguato, dialogando alla perfezione con i compagni, aprendo spazi per gli inserimenti altrui, creando occasioni e svariando lungo tutto il fronte d'attacco. È mancato solo il goal, ma mai come nella partita di ieri questo può essere considerato un dettaglio da poco, anche perché non ha fallito facili occasioni anzi, ha avuto la forza di crearsene una a fine secondo tempo supplementare, quando le forze lo stavano abbandonando. Emblematica è stata l'azione del 2 a 0, dove ha mostrato tutte le caratteristiche proprie di un attaccante completo: gran difesa del pallone, intesa e tecnica nel dialogo con Ljajic, gran corsa e assist delizioso solo da spingere in porta per Perisic. Un bagaglio completo, anche perché non è stata l'unica occasione in cui ha messo i compagni nella condizione di battere Neto.

Con molta libertà e licenza di muoversi, senza fossilizzarsi in una zona limitata del campo, come sulla fascia, Eder ha dimostrato di essere quel giocatore ammirato a Genova nell'ultimo anno e mezzo, dove  non a caso, giocava da attaccante puro. Molto più mobile di Icardi, rappresenta un prototipo di centravanti ben diverso dall'argentino, più portato invece alla finalizzazione in area che al gioco di raccordo. Mancini dovrà ora fare una scelta tra i due o provare a farli coesistere? Relegarlo sull'esterno significherebbe snaturarlo, soprattutto perché ci sono veri e propri giocatori di fascia come Perisic, Biabiany e Ljajic in grado di rendersi pericolosi più  di lui partendo dall'esterno. Un rischio di patata bollente che Mancini dovrà essere bravo a gestire con velocità e sicurezza, senza dilungarsi in troppe svariate soluzioni nuove. Una prima risposta potrebbe già averla avuta da ieri sera. 

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

Bernardo Cianfrocca
Leggi i suoi articoli
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram