GdS - Mancini più Icardi, due certezze nerazzurre

GdS - Mancini più Icardi, due certezze nerazzurre

Il momento dell'Inter è assolutamente negativo, perciò serve ripartire da due certezze, facendo gruppo e tirando fuori il carattere, Roberto Mancini e Mauro Icardi.

La Gazzetta dello Sport scrive che l'Inter non è ai tempi dei proclami di Mourinho, abile a isolare la squadra e andare in guerra da solo, ma il cinguettio ieri apparso su Twitter ieri diceva così: "Forza Inter e Mancini, con il tuo carattere e la nostra forza ripartiremo", un metodo tecnologico per far capire che tutto l'ambiente nerazzurro è col tecnico jesino, nonostante per giugno l'assoluta certezza non ci sia.

Mancini appare nervosissimo nell'ultimo periodo, dall'inesistente richiesta di espulsione di Berardi a comportamenti poco british che di fatto hanno creato una valanga di polemiche, quasi a frantumare una diga che le vittorie iniziali tenevano sotto controllo.

La testa deve rimanere sul campionato, Mancini sa che l'Inter è contenta del suo operato e che la cosa è reciproca, ma non è l'unico a cercare la sveglia, anche Mauro Icardi dopo il rigore nel derby ha ripreso le parole di Moratti e oggi vuole andare a segno dopo quattro gare in cui è rimasto a secco e l'Inter non ha trovato gioie.

La durata del matrimonio Icardi-Inter dipende dal primo, i suoi gol aumenterebbero la possibilità di centrare l'obiettivo Champions, quel terzo posto che col nervosismo attuale si allontana sempre di più ma numeri alla mano è ancora vicinissimo, anche perché dopo i primi mesi l'Inter pare in difficoltà fisica e mentale, con la scossa che può arrivare solo dal capitano.

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram