Miranda-Murillo, la grande coppia difensiva sta accusando un calo fisiologico. Serve un difensore di spicco come rincalzo?

Miranda-Murillo, la grande coppia difensiva sta accusando un calo fisiologico. Serve un difensore di spicco come rincalzo?

Nell'attuale momento vissuto dall'Inter, oltre all'astinenza di risultati positivi e goal, c'è da registrare un evidente calo di rendimento della coppia centrale difensiva formata da Miranda e Murillo, perfetti per quasi tutto il girone d'andata. In particolare modo il colombiano, pregevole sorpresa dei primi mesi, viene da tre partite al di sotto della sufficienza. In difficoltà ad Empoli, negativamente fatale contro il Sassuolo e in totale confusione ieri a Bergamo, come testimoniato dal buffo autogol. Nessun dramma, il ragazzo ha mezzi tecnici, fisici e atletici ottimi, ma può incappare in un momento di difficoltà, soprattutto in seguito a una ripresa della preparazione, effettuata in Qatar dopo le feste. Con l'imminente impegno di Coppa col Napoli e il successivo agevole match, almeno sulla carta, contro il Carpi a San Siro, Mancini potrebbe dargli almeno un turno di riposo per averlo in spolvero nel derby di fine gennaio. Ci sono però alternative alle sue spalle? Con Vidic già congedato e un Ranocchia dato ormai per partente, solo Juan Jesus resta come alternativa, sebbene il brasiliano abbia sempre dato segnali di insicurezza nella difesa a quattro. Urge forse un nuovo nome dal mercato? La risposta è sì, soprattutto se Ranocchia dovesse essere venduto a breve. Una risposta potrebbe essere Rolando e non sarebbe affatto sgradita, dal momento che il portoghese si comportò molto bene nel suo anno con Mazzarri. Il profilo utile, infatti, prevede sicuramente esperienza e, se possibile, buona conoscenza del nostro campionato. Esperienza che Miranda possiede e sta facendo valere. Anche le sue prestazioni sono leggermente calate, ma la qualità e il background accumulato finora gli consentono di riuscire sempre a mettere una pezza e di non essere mai sopraffatto. Annaspare sì, mollare mai. Piccole differenze tra un grande giocatore già affermato e una bella promessa che si sta plasmando. L'Inter sia accorta nel non fare affidamento esclusivamente su loro due nel proseguire della stagione.

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

Bernardo Cianfrocca
Leggi i suoi articoli
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram