Sei qui: Home » News Inter » GdS – Palacio e Nagatomo verso il rinnovo Calleri molto vicino

GdS – Palacio e Nagatomo verso il rinnovo Calleri molto vicino

La Gazzetta dello Sport riporta la notizia che, nonostante le molte voci che sono circolate su Rodrigo Palacio ed il suo futuro, l’attaccate argentino, dopo il primo gol stagionale contro il Cagliari, è pronto a firmare il prolungamento del suo contratto che scadrà a giugno 2016, almeno per un’altra stagione, con opzione per una seconda.
Questo nonostante nel suo ruolo è probabile che la concorrenza, già molto folta, aumenti ancor di più con l’arrivo del giovane Calleri.
Intorno all’argentino spuntano ogni giorno procuratori, pseudo agenti e intermediari che vogliono dire la loro. Al momento in realtà la soluzione più vicina alla realizzazione è quella che prevede il passaggio dell’attaccante dal Boca Juniors al Deportivo Maldonado, club uruguaiano del fondo Stellar Group, che poi a gennaio lo cederebbe all’Inter che a sua volta lo darebbe in prestito a una squadra italiana.

Per quanto riguarda le uscite, l’indiziato numero 1 è Andrea Ranocchia che vuole potersi mettere in mostra agli occhi di Conte giocando con più continuità. Dopo le voci che lo davano vicino a Milan e Lazio, prendono corpo le opzioni Siviglia e club inglesi. L’Inter poi cercherà di fare cassa sfoltendo la batteria dei terzini ma non  con Yuto Nagatomo, che è sempre più vicino a firmare il rinnovo del contratto in scadenza a giugno. Potrebbe essere una mossa per poter vendere il giapponese la prossima estate.
Qualora ci fossero delle uscite, Mancini vorrebbe soprattutto un jolly, un regista ed un vice Icardi. Il più quotato potrebbero essere Sala, in grado di giocare da terzino, centrocampista ed esterno alto. Per quanto riguarda la regia, abbandonata l’idea Pirlo, restano in piedi anche se con molta difficoltà le piste che portano a Biglia o a Cataldi della Lazio. Per l’attacco, almeno di clamorosi colpi di scena, si punterà su un’operazione low cost.

LEGGI ANCHE:  In Serie A come al Mondiale: arriva la novità dal 4 gennaio!