Calleri e i mille dubbi per il futuro: "Sarebbe brutto andarsene con la Copa da giocare, ma sono maturo per l'Europa"

Calleri e i mille dubbi per il futuro: “Sarebbe brutto andarsene con la Copa da giocare, ma sono maturo per l’Europa”


Jonathan Calleri è indeciso sul da farsi. Il giovane attaccante argentino è ricercato sia dall’Inter che dal Chelsea, ma la prospettiva di giocare la Copa Libertadores col suo attuale club, per giunta in compagnia di Tevez, lo lusinga molto. Le sue ultime parole, rilasciate a Puro Concepto, non escludono nessuna plausibile evoluzione futura, lasciando tutte le porte aperte:

“Sei mesi fa non ero maturo per un’esperienza all’estero, ma ora mi sento adatto sia per il calcio italiano che per quello inglese. Rimanere a vita in un club come il Boca sarebbe fantastico per chiunque, ma credo che questo possa anche essere il momento giusto per tentare un’esperienza all’estero. Osvaldo? Sono grato per quello che mi ha insegnato quando abbiamo giocato assieme, ma se ora tornasse non sarebbe giusto perché uno di noi due dovrebbe stare fuori. Andarmene ora, con la Copa Libertadores che inizia, sarebbe un po’ brutto. Con Carlitos (Tevez, n.d.r.) mi sono trovato molto bene finora, abbiamo giocato spesso insieme e speriamo di rimanere a lungo per vincere ancora altri trofei”.

Un Calleri che lascia aperta tutti gli spiragli possibili, non chiudendo definitivamente nessuna pista. Prima o poi arriverà anche per lui il momento di scegliere.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy