Dalla Croazia: indagine sulla Dinamo Zagabria, fra le trattative coinvolte anche il passaggio di Kovacic all'Inter

Dalla Croazia: indagine sulla Dinamo Zagabria, fra le trattative coinvolte anche il passaggio di Kovacic all’Inter


Esplode un inaspettato scandalo in Croazia: il presidente della Dinamo Zagabria, Zdravko Mamic è stato arrestato nella giornata di ieri insieme a suo figlio a seguito dell’indagine condotta per la malversazione di fondi a seguito di alcune cessioni degli ultimi anni.

L’Uskok, ufficio croato per la lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata, indaga anche sulle due transazioni (Inter e Real) relative a Mateo Kovacic e secondo quanto riportato nel paese balcanico saranno analizzate tutte le trattative messe in atto dalla società negli ultimi dieci anni. Mamic è stato arrestato insieme a suo figlio e a Damir Vrbanovic, direttore esecutivo della Federazione Croata di Calcio.

Le accuse, scrive oggi il quotidiano Jutarnji, sono di malversazione di fondi, corruzione ed evasione fiscale. Secondo l’Uskok i sopracitati sono colpevoli di trasferimenti di denaro all’estero attraverso società off-shore. In totale i tre avrebbero malversato ed evaso oltre trenta milioni di euro e quindici di questi sembrano spariti nell’ambito dell’operazione che portò Modric al Tottenham e che dunque insieme al passaggio di Kovacic all’Inter nel gennaio 2013 sono sotto la lente di ingrandimento dell’ufficio di finanza croato. Seguiranno aggiornamenti.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy