Mancini: "Roma e Napoli da Scudetto. In un mese la situazione può diventare carina. Gli arbitri..."

Mancini: “Roma e Napoli da Scudetto. In un mese la situazione può diventare carina. Gli arbitri…”


Conferenza stampa di Roberto Mancini in vista del big match con la Roma

MAICONMaicon è stato uno dei più grandi terzini e lo è ancora, è stato tra gli artefici di una grande squadra

GARA IMPORTANTE NON DECISIVANon è una sfida decisiva, è una gara importante ma il campionato è ancora lungo e sarà pieno di difficoltà. Noi un po’ di autostima l’abbiamo ma dobbiamo migliorare molto, come ha fatto la Roma. Loro hanno meno difficoltà perché lavorano da più tempo con lo stesso allenatore. Col Napoli sono le favorite del campionato ma tendo a pensare anche ad un ritorno della Juve cui va tutto male come noi l’anno scorso

CONSAPEVOLEZZA “Ci darebbe più consapevolezza vincere, ma sappiamo che sarà una partita bella e difficile, ma all’undicesima non si può parlare di sfida decisiva

ICARDISu Icardi non ho letto nulla, io dico che devono lui e Jovetic giocare più partite insieme, però è anche vero che se i palloni non arrivano te li vai a cercare

IDEE CHIAREHo chiaro tutto, forse il dubbio è tra Berni e Handanovic, ma solo perché Carrizo è infortunato” (Mancini ride ndr)

PRECEDENTIL’anno scorso finì 2-1 per noi, se uno concede campo alla Roma va in difficoltà, con Iago e Gervinho possono essere letali ma la partita è aperta, non partiamo mai svantaggiati“.

CONCENTRAZIONECon una gara come quella di domani posso anche non chiedere niente, ci si concentra da soli, non come contro le piccole dove pensi che prima o poi la risolvi come contro il Bologna per esempio

SFIDA DA PAURA Non lo facciamo apposta di far male il primo tempo e poi bene il secondo, anche se è una cosa positiva far bene nella frazione di gara, mi piace sia definita sfida da paura, ma solo per Halloween, i tifosi ci danno una mano riempiendo lo stadio, ma paura della Roma o di una partita di calcio mai“.

ROMANon so se la Roma si vede già vincente, è giusto che a Roma ci credano, ma poi le partite son tutte da giocare, giocano due grandi squadre, non Barcellona contro una dell’interregionale italiano

CENTROCAMPOSiamo senza Melo, siamo 4 centrocampisti, 3 giocano e 1 in panca, Brozovic non lo so ma Medel gioca

PIZZINOIl pizzino da scrivere: gli ultimi 3 minuti difendere perché vinciamo 1-0

MESE DECISIVO Io penso che possa essere una partita giusta, la partita che dà la consapevolezza che possiamo stare in alto in classifica, battendo la Roma batti la squadra più in forma, poi nel giro di un mese andando anche a Napoli hai affrontato tutte le più forti, il resto sarà più semplice sulla carta”

GOLSe uno vince è contento, anche vincendo 1-0 abbiamo meritato anche se abbiamo difficoltà a far gol ed è una cosa strana, come quando un grande attaccante non fa gol per mesi, abbiamo occasioni ma le sbagliamo, pensi di giocare con due o tre attaccanti e non segni, magari ne utilizzi di meno e segni di più

SCUSE DA ATTACCANTII quattro palloni a Icardi non sono veri, ne ha ricevuto di più ma sicuramente deve conoscere meglio i compagni di squadra, gli attaccanti tendono a trovare scuse, lo facevo anche io, poi ci son tante motivazioni se non fanno gol, ma non credo volesse dire cose particolari

RISALITAQuando Roma e Napoli non andavano bene io dicevo che si conoscono e sarebbero risalite, se poi l’Inter sta in alto battendo la Roma ci può stare anche senza vincere.

DUBBI Santon e Jesus vediamo se confermarli, decidiamo domani mattina, ci vuol gente fresca

LJAJICLjajic-Jovetic insieme sicuro che possono giocare, come a Firenze, Icardi-Jovetic-Ljajic possono giocare insieme

GARCIAGarcia ha fatto benissimo a Roma, non è un ambiente facile, è arrivato sempre in alto, ha vinto col Lille, è un allenatore adattissimo a Roma e al campionato italiano, dobbiamo stare attenti a Dzeko anche se sta facendo pochi gol come Mauro

MOTIVAZIONILjajic ha risposto bene col Bologna, è stato bravo nell’essere altruista per Icardi, è motivato in tutte le partite non solo domani con la Roma

BIABIANYBiabiany non ha i 90 minuti nelle gambe, se inizia la partita ha difficoltà a finirla, se entra può cambiare la partita ma sta migliorando

ARBITRIGli arbitri vorrei non fischiassero mai, i falli si fanno ma a volte si devono lasciar andare, solo cosi si migliora la velocità del gioco cosi i giocatori smettono di simulare, anche se rispetto al passato fischiano di meno

MARADONAHo la maglia di Maradona dell’ultima partita contro la Sampdoria, gli faccio gli auguri, di quegli anni era tra i più grandi ma c’e n’erano tanti bravi

 

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl