IC - Jovetic: "Il mio obiettivo è far 20 gol, poi se siamo messi bene ad aprile..."

IC – Jovetic: “Il mio obiettivo è far 20 gol, poi se siamo messi bene ad aprile…”


Stevan Jovetic prepara la gara con la Roma con la solita carica, quel numero dieci che ha sulle spalle gli impone il dovere di guidare i suoi, in uno scontro d’alta classifica che può valere il primato.

A Inter Channel il montenegrino ha espresso cosi tutta la sua carica: “La squadra è fortissima, io sono contento. Il nostro obiettivo è tornare in Champions League, dove merita di stare l’Inter che è una delle 7-8 squadre più forti del mondo. Se poi saremo messi bene ad aprile, proveremo anche a vincere lo scudetto. Io ci ho sempre creduto, tutti ci credono: del resto sono venuto qui per vincere. Ma non parliamo di questo perché è presto. La classifica è corta, sarà un campionato divertente. Io posso fare ancora di più e lo farò”.

Jovetic che rientra nella serie A dopo l’esperienza al City, alti e bassi ma anche una differenza di gioco tra i campionati: “Per me era più semplice giocare in Inghilterra perché avevo più spazi. I difensori lì erano più fisici e veloci, qui sono più furbi. In Italia si gioca per non perdere, lì sempre per vincere: la tattica qui è il massimo. Tanto che Mancini, prima di entrare contro la Juventus, non mi ha detto nulla di speciale, mi ha detto qualcosa sulla fase difensiva”.

L’appetito vien mangiando, e JoJo alza l’asticella degli obiettivi: “Io ho come obiettivo quello di fare venti gol, speriamo di farne tutti altrettanti. A parte gli scherzi, è importante avere tanti giocatori che possono segnare. La Juventus negli ultimi anni ha vinto anche grazie a questo“.

L’infortunio al ginocchio destro è una ferita che solo con i momenti positivi può superare: “E’ stato il momento più difficile della mia vita. Ho imparato molto di me stesso, sono cresciuto in fretta. Ho anche letto tanti libri”.

Jovetic chiude con un messaggio ben chiaro: “Ogni tanto gli avversari mi dicono qualcosa di poco carino, ma io mi concentro su di me. Se gioco bene, non ce n’è per nessuno

Copyright © 2015 Cierre Media Srl