TS - Serena: "A Icardi serve un nuovo Kovacic"

TS – Serena: “A Icardi serve un nuovo Kovacic”


Nella partita contro il Bologna è tornato al gol Mauro Icardi. L’attaccante nerazzurro nel post-partita si è lamentato dei pochi palloni ricevuti in questo inizio di stagione. In un’intervista a Tuttosport, parla dell’attaccante argentino, Aldo Serena, ex bomber nerazzurro. Ecco le sue parole.

Come giudica il momento di Icardi?
“Se un attaccante non segna per qualche domenica, si instaura un inquietudine e una tensione che non fa bene a chi sotto porta deve essere lucido. La squadra non gioca per lui, ma sta vivendo sicuramente un momento difficile e lo si è visto nelle dichiarazioni dopo Bologna: di certe cose bisognerebbe parlarne nello spogliatoio”

Ricevere pochi palloni può essere frustante per un attaccante?
“Moltissimo, soprattutto per chi è stato capocannoniere l’anno scorso. Quest’anno l’Inter gioca sotto ritmo, gli avversari si riescono sempre a chiudere. Giocando con giocatori a piedi rovesciati, come Perisic a destra e Ljajic a sinistra, la tendenza è di tentare il dribbling e arrivare al tiro o cercare la triangolazione con il centravanti”

Mancano verticalizzazioni?
“Sì, Icardi soffre la mancanza di un giocatore come Kovacic, che sapeva premiare i suoi movimenti senza palla. Ora l’Inter non ha giocatori in grado di verticalizzare: Melo non ha quest caratteristiche, Kondogbia ora ha altri problemi e Guarin pensa spesso all’azione personale e al tiro. Un giocatore che potrebbe aiutare Icardi, potrebbe essere Jovetic, ma in questo momento ha valorizzato le sue caratteristiche e pensato ai gol”

Ma Icardi dovrebbe fare qualcosa in più o è vittima del gioco?
“Sicuramente è vittima del gioco. Icardi per le sue doti può fare poco di più. Ad esempio, se fosse come Tevez tenderebbe a staccarsi dai difensori per venire incontro, dialogare coi compagni per riproporsi al tiro. Ma Tevez ha caratteristiche diverse da Icardi, che va servito in maniera diversa”

Come?
“Io porterei Perisic a sinistra, dove può arrivare sul fondo e crossare. Se il croato tornasse ai livelli di Wolfsburg, Icardi riceverebbe molti palloni. A destra ci vuole un altro uomo simile, come Ljajic oppure Biabiany. Ma soprattutto se Mancini dovesse puntare su un 4-2-3-1, servirebbe uno Jovetic che garantisca non solo tiri in porta, ma anche assist”

A Icardi manca Palacio?
“A lui manca una squadra che giochi meglio in attacco. Mancini ha pensato a dare equilibrio ad una squadra che l’anno scorso subiva troppi gol. Ora deve pensare a valorizzare il capocannoniere dell’anno scorso. Anche perché l’Inter ha puntato molto su di lui, dandogli la fascia ed è giusto che ora Mancini crei una squadra al suo servizio. Credo basterà aspettare qualche settimana in modo che i nuovi si inseriscano al meglio. Quando migliorerà la condizione e le tempistiche diventeranno più rapide, il primo a giovarne sarà proprio Icardi”

Un consiglio da dare all’argentino?
“Deve stare tranquillo, non farsi innervosire da questo momento e provare ad essere più generoso. Penso che se in questa situazione, Mauro riuscisse ad essere più generoso ed aiutare la squadra arretrando e fornendo sponde, manderebbe un messaggio alla squadra: io aiuto voi, ora tocca a voi. Il consiglio è: dare per ricevere”

ULTIME NOTIZIE

Chi Siamo

Spazio Inter è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla FC Inter 1908, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per il San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Editore: Cierre Media SRLS - P.IVA: 07984301213

Direttore editoriale "SpazioInter.it": Antonio Caianiello

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da Fc Inter 1908

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Facebook

Copyright © 2015 Cierre Media Srl