Un Kondogbia poco brillante che rischia l'espulsione non riesce ancora a dimostrare il suo valore

Un Kondogbia poco brillante che rischia l’espulsione non riesce ancora a dimostrare il suo valore


Kondogbia ancora non convince. Dopo i 35 milioni spesi per il francese tutti si aspettavano un campione che potesse fare la differenza lì in mezzo al campo, già dalle prime partite giocate. Per ora, tranne qualche guizzo in un paio di partite non ha dimostrato il suo valore. Dopo diversi ruoli ricoperti ieri il francese ha giocato nel ruolo che aveva nel Monaco come diga a centrocampo e non come mezz’ala ma nonostante questo di buono ha fatto ben poco.
Mancini, sin dalla prima partita, ha sempre affermato e ricordato di quanto sia giovane Kondogbia e di quanto possa essere difficile ambientarsi in un calcio difficile come quello italiano. Sono passate 9 gare di campionato e specialmente i tifosi iniziano ad avere dubbi sulle effettive qualità tecniche del cosiddetto gioiellino da oltre 30 milioni. Ieri sera contro il Palermo Kondogbia si è trovato molte volte il pallone tra i piedi ma ha deluso comunque, è sembrato in più occasioni fuori ritmo e poco convincente. Aggravante la quasi espulsione su fallo su Vazquez, giudicato simulazione. Meno di un’ora di gioco sono bastati per l’opaca prestazione di Geoffrey, che ha lasciato il posto a un brillante Biabiany.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl