GdS - Dopo un anno di calvario, Biabiany pronto al ritorno da titolare

GdS – Dopo un anno di calvario, Biabiany pronto al ritorno da titolare

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Come riporta La Gazzetta dello Sport il talentuoso Jonathan Biabiany viaggia molto veloce di gambe e di lingua tanto da far fermare il cronometro sui 100 a 10″3 ed essere per le battute e lo spirito, come quella sul fatto di poter battere anche Usain Bolt, molto apprezzato dal tecnico e da tutto lo spogliatoio.

Sylvinho ha più volte sottolineato come nella rosa nerazzurra non ci sia nessuno con le sue caratteristiche: la capacità di saltare l’uomo al primo passo ed una velocità incredibile che lo rendono imprendibile.
Juan Jesus al termine del big match contro la Juve ha detto che effettivamente Cuadrado gli aveva fatto perdere 5 kg ma che era abituato perché si allena sempre con Biabiany.

La Freccia di Guadalupe, non gioca una partita da titolare dal 31 agosto 2014, poi sono subentrati i problemi al cuore, la riabilitazione ed il graduale ritorno all’attività agonistica e quest’anno ben tre spezzoni da 30′ in tre partite.
Lo staff nerzzurro dice che per vederlo titolare mancano pochi passi ma, complice l’assenza di Adem Ljajic che ieri ha svolto solo mezzo allenamento con il gruppo, domani sera potrebbe essere la volta buona.
Mancini per Palermo ha in testa il 4-2-3-1 e Jonathan potrebbe essere la freccia destra dei tre a supporto di Maurito, con Jovetic al centro e Perisic sulla fascia opposta.

A rafforzare quest’idea è il fatto che i rosanero sono le vittime preferite del francese, a cui ha segnato 3 gol in 6 incontri.
E’ diventato molto amico di Kondogbia e domani i due potrebbero partire titolari e dover dimostrare al Mancio che sono due cavalli di razza su cui si può puntare ad occhi chiusi.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy