GdS - Inter-Juve, per qualcuno è gioia per qualcun altro vuol dire rivincita

GdS – Inter-Juve, per qualcuno è gioia per qualcun altro vuol dire rivincita


Domenica al Meazza arriva la Vecchia Signora e con sé porta gioia e dolore, rabbia e felicità, polemiche e ricordi in campo e (soprattutto) fuori dal campo. Anche per molti giocatori che saranno protagonisti nel prossimo derby d’Italia, la Juventus richiama vittorie o delusioni, ricordi positivi o voglia di rivincita.

Come riporta la Gazzetta dello Sport almeno 7 giocatori aspettano con ansia di giocare contro la Juventus.

Il primo è sicuramente Kondogbia. L’ultima volta che ha affrontato i bianconeri, vestiva la maglia del Monaco e ci si giocava i quarti di Champions League. I monegaschi escono per un rigore quanto mai dubbio messo a segno da Arturo Vidal. Domenica potrebbe essere il giorno della rivincita per il gigante francese.

Per l’estremo difensore nerazzurro Handanovic, il più fresco ricordo dei bianconeri è un orrore dei suoi commesso su tiro di Morata, che permise agli juventini di festeggiare increduli. Il portierone deve riscattare quell’errore e le incertezze (troppe) commesse in quest’avvio di stagione.

Nel dicembre 2013 l’accoppiata Mancini-Melo con il terzo in comodo Wesley Sneijder, scrissero una bella pagina di storia del club turco. In una notte gelida di Istambul, tra fango e neve i giallorossi eliminarono la banda di Antonio Conte. Oggi Felipe ha una voglia matta di replicare quella serata.

Miranda e Santon hanno un curriculum intonso dagli incontri con la Juventus. Miranda la affrontò solo una volta con l’Atletico Madrid il 1 ottobre 2014 in Champions e ne uscì vittorioso, mentre il terzino nerazzurro ha incrociato la squadra della famiglia Agnelli ben tre volte, ottenendo una vittoria e tre pareggi.
Davide che ora ha finalmente riconquistato la nazionale, vuole solo allungare questa imbattibilità.

L’ultima immagine che Adem Ljajic ha della Vecchia Signora la espresse lui stesso dopo la partita: “Abbiamo subito tre gol irregolari…”. Questo è abbastanza per far capire quanto il serbo aspetti la sfida di domenica.

Una curiosità per Guarin e Murillo. Il giovane difensore colombiano sarebbe dovuto finire ai bianconeri nel tanto discusso scambio tra Guarin e Vucinic. Quella follia di calciomercato non si concluse ed oggi la storia è un po’ diversa. Muro Murillo aspetta con ansia di scrivere la storia del club di Corso Vittorio Emanuele, magari parando proprio dalla partita di domenica.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl