FOCUS AVVERSARIO – L’Inter trova una Fiorentina agguerrita e camaleontica

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il prossimo avversario dell’Inter sarà la Fiorentina di Paulo Sousa che attualmente è la seconda forza del campionato proprio dietro ai nerazzurri con un bottino di 12 punti frutto di 4 vittorie e una sconfitta subita dal Torino alla seconda di campionato. Dopo la buona prestazione contro il Milan alla prima giornata infatti, i viola hanno dovuto subire un pesante 3 a 1 sul campo granata che però ha permesso a Sousa di trovare la giusta quadratura della fase difensiva. Da allora infatti la Fiorentina ha ingranato un flotto di tre vittorie consecutive con 5 goal fatti e 0 subiti, l’ultima delle quali l’ha vista protagonista in casa contro il Bologna. 2 a 0 con la prima rete italiana di Blaszczykowsky e la rete di Kalinic.

Per il match contro l’Inter, Sousa dovrà fare a meno soltanto di Pasqual che durante un allenamento con le riserve ha riportato una lesione muscolare che lo costringerà a dare forfait per la partita contro i nerazzurri e che gli permetterà di vedere il campo soltanto a metà ottobre. Nessun diffidato o squalificato dalla parte dei viola.

La Fiorentina finora ha giocato un calcio concreto e senza fronzoli. Un po’ come quello dei nerazzurri con la differenza di un po’ più di tecnica in mezzo al campo. La sconfitta per 3 a 1 contro il Torino ha dato modo a Sousa di lavorare meglio sulla fase difensiva. Il risultato è lo 0 alla casella “reti subite” nelle ultime tre partite. La caratteristica principale della formazione viola è quella di avere un’anima camaleontica capace di adattarsi di volta in volta ai propri avversari. Sousa infatti da inizio campionato non ha mai utilizzato lo stesso modulo e gli stessi 11 titolari. Questo probabilmente è il principale punto di forza di una squadra che può contare contemporaneamente sulla fisicità e sulla tecnica soprattutto in avanti. E proprio l’attacco probabilmente rappresenta il punto debole della formazione viola. Attacco che dopo la partenza di Gomez, non ha un vero e proprio bomber titolare che garantisca un apporto di sostanza in zona gol anche se comunque i giocatori che compongono il reparto avanzato sono di grande qualità. Contro l’Inter l’allenatore portoghese dovrebbe schierare una difesa a tre con Astori, Tomovic e Rodriguez; centrocampo di quantità e qualità con Alonso confermato a sinistra, Blaszczykowsky, Suarez e Borja Valero. In avanti ballottaggio tra Rossi, Ilicic e Bernardeschi con quest’ultimo che ad oggi è il favorito a supporto dell’unica punta Kalinic che si è sbloccato contro il Bologna.

L’osservato speciale per la partita contro l’Inter è senz’altro Federico Bernardeschi talento in potenza pronto ad esplodere definitivamente. Da molti considerato il nuovo Baggio, l’attaccante classe 94’ ha dalla sua colpi ed età. Finora ha giocato quattro partite non segnando però nemmeno un gol ma è risultato comunque uno dei migliori in campo. Può fare l’attaccante centrale, l’esterno ma anche il trequartista dietro una sola punta. Nel turno infrasettimanale è rimasto in panchina ma contro l’Inter dovrebbe partire dal 1’.

Probabile formazione Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu, Astori, Tomovic, Rodriguez, Borja Valero, Alonso, Suarez, Blaszczykowsky, Ilicic, Bernardeschi, Kalinic
Panchina: Sepe, Roncaglia, Gilberto, Badelj, Vecino, Rebic, Rossi, Babacar

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook