Shaqiri: “Adesso sono in forma, Mancini mi voleva. Thohir ha grandi ambizioni”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

In un’intervista rilasciata ai microfoni del quotidiano Blick, Xherdan Shaqiri ha avuto modo di parlare dei primi mesi all’Inter e non solo.

Lo svizzero, giunto a Milano soltanto a gennaio, ha commentato la sua condizione fisica emersa più nella gara con la sua Nazionale che nel team di Roberto Mancini, che nelle ultime giornate lo ha un po’ tenuto in disparte. Contro il  Liechtenstein, la Svizzera ha meritatamente vinto e Shaqiri è stato in qualche modo protagonista con una bella prestazione ed una splendida rete: “Sicuramente mi sono sentito bene, ma non dobbiamo sopravvalutare questa partita. Grazie, è stato un bel gol, ne avevo già segnati un paio simili. Preferirei segnare anche domenica prossima contro la Lituania”. 

Ed è vero, sì, all’Inter ultimamente aveva scaldato un po’ troppo la panchina, facendo un po’ rimpiangere ai tifosi il suo acquisto: “E’ stato un finale di stagione difficile, non ero al cento per cento in forma per colpa del polpaccio”. Nessun problema con il Mancio, dunque, il quale “mi desiderava fortemente” afferma lo svizzero. Forse, però, oltre alla forma fisica c’entrava qualcosa anche la volontà di far giocare altri suoi compagni per offrire loro una vetrina per mettersi in mostra, nella speranza che venissero notati ed acquistati da altri club: “Ho sentito anche io questa voce, ma non è un problema che mi riguarda. Adesso sto alla grande.” E quando gli si fa notare che quest’anno a Milano non ha vinto nulla, risponde in maniera decisa: E’ vero a metà, ho giocato anche una mezza stagione con il Bayern”. Shaqiri, dunque, si trova bene a Milano, con compagni, mister ed anche presidente: “Incontro spesso il presidente perché viene di frequente a farci visita, lui è un tipo coi piedi per terra. Ci ha raccontato i suoi sogni e le sue ambizioni”. Sogni ed ambizioni che coincidono, in quanto Shaqiri veste la maglia nerazzurra per riportarne in alto i colori, ma è consapevole che questa rosa non può bastare per realizzarli: “Ci vorrà del tempo per riportare l’Inter ai livelli cui era solita essere. Abbiamo bisogno di nuovi giocatori. Voglio la Champions assolutamente”.

 

Infine, una battuta sul Frosinone: “Sai dove si trova Frosinone?” chiede il giornalista. Probabile che lo svizzero non lo sappia, ma è al corrente che l’anno prossima affronterà la sua Inter: “So solo che è stata promossa in Serie A, come il Carpi”.

Fonte: Blick

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy