Sarri in conferenza: "Devo chiarirmi con me stesso, poi deciderò il mio futuro"

Sarri in conferenza: “Devo chiarirmi con me stesso, poi deciderò il mio futuro”


La sua squadra esce dalla Scala del calcio disputando un’ottima prestazione, giocando fino all’ultimo minuto e dimosando di essere mai doma. A commentare la partita dei suoi.

STAGIONE RIPETIBILE? RIVINCITA SU UN’ALTRA PARTITA?

Empoli storia troppo bella che vorrei incartarla e portarla via. Non sopporterei fare una stagione negativa ad Empoli. L’ambiente mi vuole così bene che non vorrei mi volesse male. Prima o poi una stagione difficile arriverà. Ho fatto una settimana dal punto di vista emotivo molto pesante.

QUALE BIG SOPPORTEREBBE IL SUO GIOCO

Se una squadra di livello più alto pensa a me allora deve fare scelte societarie su di me. Se no pensano ad altri. Ultimamente nelle società si è pensato ad altro.

MODULI SPECULARI, DIFFERENZA È STATA KOVACIC?

La differenza nel secondo tempo è stato che non si difendeva più. A me è piaciuto di più il primo quando ci siamo difesi bene. A fine stagione, con meno stimoli, prevale il divertimento della fase offensiva rispetto il rigore di quella difensiva.

ANNO SABBATICO

Non lo so, prendo un paio di giorni e se mi chiarisco con me stesso e poi con l’Empoli prenderò la mia decisione. Se è troppo tardi starò fermo. A me non fa paura nemmeno scendere di categoria. All’estero andrei solo in certi paesi.

 

Dall’inviato a San Siro Antonio Caianiello

Copyright © 2015 Cierre Media Srl