GdS - Inter, Podolski uomo chiave

GdS – Inter, Podolski uomo chiave


L’Inter, ancora oggi, è un cantiere aperto ma, come riporta la Gazzetta dello Sport, un punto fermo inizia ad intravedersi, sia nel modulo che negli uomini.

Se le cose non vanno tanto bene dal 4-3-1-2 iniziale Mancini passa al suo preferito 4-2-3-1 e soprattutto inserisce il suo uomo chiave: Lucas Podolski.

In queste ultime tre partite i punti fruttati da questo cambio tattico sono 9.
Con la Roma a San Siro il tecnico di Jesi cambia modulo al 35’del secondo tempo e in un estremo forcing finale lascia davanti alla difesa Hernanes e Kovacic, con  Podolski-Shaqiri-Palacio dietro all’unica punta Icardi, finale 2-1.
Con l’Udinese di Stramaccioni, lo stesso discorso succede al 65′ quando Manicni manda in campo Podolski, mettendo Medel- Kovacic davanti alla difesa, con il tedesco-Hernanes e Palacio dietro Icardi. A decidere questa volta è proprio Podolski, con il suo unico (al momento) gol italiano.
Con la Lazio la cabala, o l’intuizione, si ripete, al 46′ entra Prinz Poldi a guardia della difesa rimangono Medel e kovacic e davanti a loro operano Hernanes-Palacio e Podolski dietro al solito Maurito Icardi, il risultato è noto.
Le prime avvisaglie che questo modulo portasse i suoi frutti si erano già avute in tempi non sospetti.
Il 6 gennaio si giocò Juventus-Inter ed i nerazzurri, sempre con il solito cambio tattico, rimontarono un gol ed andarono vicini alla vittoria in più di un’occasione.
Anche l’8 marzo in un match difficile come quello contro i partenopei, la banda di Mancini, con Guarin-Medel, Shaqiri-Hernanes-Palacio, Icardi rimonta due gol e sfiora la vittoria.

Insomma il cambio tattico funziona, i calciatori anche, ma l’uomo chiave fra poco più di un mese, torna a Londra, starà a Mancini trovare un valido sostituto.

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl