Sei qui: Home » News Inter » L’Europa è tornata una realtà

L’Europa è tornata una realtà

Il pareggio contro il Parma di qualche settimana addietro sembrava aver condannato definitivamente l’Inter e la sua mediocrità, rendendo altamente fallimentare anche questa stagione. Quella partita ha invece fatto scoccare la scintilla, tanto che i nerazzurri, grazie ai successivi 10 punti guadagnati nelle ultime quattro partite, si sono riportati sensibilmente a contatto con la zona che garantisce l’accesso alla prossima Europa League. In un campionato in cui ogni squadra, eccetto la Juventus, ha fatto della discontinuità un fattore rilevante, serviva (e serve) un breve filotto di risultati positivi per fare in modo che tutto non andasse perduto.

Con Hernanes trequartista, l’azzardo Gnoukouri, il rilancio di Kovacic e Vidic, la scoperta di Juan terzino e via discorrendo, Mancini pare aver trovato quegli aggiustamenti in grado di rendere la sua  squadra maggiormente performante, pericolosa offensivamente, meno fragile in difesa e soprattutto, in grado di fare risultati concreti. I risultati di ieri sera hanno dato una gran mano, visto che delle rivali dirette ha vinto soltanto il Genoa.

LEGGI ANCHE:  Brehme ci spera: "Vorrei facesse parte del progetto Inter!", poi sulla Germania

Il piazzamento europeo è distante due soli punti, mentre il quinto posto, che garantirebbe l’accesso alla seconda competizione continentale senza fastidiosi turni preliminari estivi, è solo a tre lunghezze di distanza. L’Inter è ancora ancorata al nono posto, a pari merito con il Torino, con il quale è penalizzato per via degli scontri diretti, ma Fiorentina, Genoa e Sampdoria non appaiono corazzate micidiali. I viola hanno il pensiero ormai fisso dell’Europa League nelle loro menti e in campionato non appaiono più in campo con la dovuta personalità e concentrazione, la Samp ha un calendario difficile e un attacco spuntato; il Genoa pare attraversare un momento di forma splendido, nonostante l’ultimo infortunio di Perotti. I nerazzurri non vorranno però perdere il duello europeo con l’ex avvelenato Gasperini, che ieri ha di nuovo attaccato l’ambiente e la società meneghina. L’augurio è che il suo Genoa, come le altre avversarie, possa soccombere a quest’Inter ritrovata e in striscia positiva.